NBA 2017/18, recap 5 Gennaio: Celtics ok sui Twolves. Vittorie per Raptors e Spurs

Notte NBA molto interessante, con 10 partite in cartellone. L’incontro più atteso era in programma al TD Garden, dove i Boston Celtics hanno ricevuto la visita dei Minnesota Timberwolves. Match equilibrato, risolto dai padroni di casa (5° W consecutiva) nel quarto periodo, toccando il +12 a 6’05” dalla fine (73-85), per non venir più ripresi. In evidenza Smart (18) ed Irving (16+9 rimbalzi ed 8 assist), mentre agli ospiti non basta un Towns in gran serata (25+23 rimbalzi). Non si fermano nemmeno i Toronto Raptors, corsari al BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, schiantando i Bucks con un terzo periodo da 43-19 di parziale. A guidare i canadesi alla loro 8° vittoria nelle ultime 10 è il trio Ibaka (21)-Valanciunas (20+13 rimbalzi)-DeRozan (20); Antetokounmpo (24) e Brogdon (19) non riescono ad evitare la sconfitta alla squadra di coach Kidd.

Kyrie Irving (Celtics), fronteggiato da Jimmy Butler (Twolves). Al TD Garden, Boston si è confermata una delle squadre più in forma del momento, avendo la meglio su Minnesota (foto da: twitter.com)

Rispettano il pronostico i San Antonio Spurs, vittoriosi all’AT&T Center contro i Phoenix Suns. Gli ospiti, sospinti da Booker (21) se la giocano per tre quarti, salvo poi cedere agli avversari. Senza Aldridge, in evidenza Leonard (21) e il sempreverde Ginobili (21 con 7/10 dal campo). Successo esterno per i Washington Wizards, che espugnano il FedEx Forum, casa dei Memphis Grizzlies. Avanti di 17 a fine terzo quarto (87-70), i Capitolini rischiano di subire una clamorosa rimonta, chiudendo i conti con i liberi di Gortat e Beal. Quest’ultimo è il top-scorer di serata (34), supportato da Wall (25+9 assist); per i padroni di casa, i migliori sono Evans (26+7 assist) e Gasol (17+11 rimbalzi). Pesante ko per i Detroit Pistons, spazzati via al Wells Fargo Center da dei ritrovati Philadelphia 76ers (4° vittoria consecutiva). Devastante il primo tempo dei ragazzi di coach Brown (32-62 al 24′), trascinati da Embiid (23+9 rimbalzi), Redick (21) e Simmons (19+9 assist). Tobias Harris è il solo a salvarsi, almeno parzialmente, per Detroit (14).

Prosegue la risalita dei Miami Heat, che sconfiggono dopo un overtime i New York Knicks all’AmericanAirlines Arena e salgono al 5° posto ad Est. Una sfida assolutamente equilibrata, spedita al supplementare dalla tripla praticamente allo scadere di McDermott (97-97). Nei 5′ extra, decisive risultano le triple di Ellington (24) e Dragic (19+6 assist e 6 rimbalzi), insieme ai liberi di Richardson (18) e James Johnson. Non sono sufficienti agli ospiti Lee (24) e Beasley (20+10 rimbalzi). Importante anche la vittoria dei Denver Nuggets sugli Utah Jazz. Al Pepsi Center, i padroni di casa volano via nel terzo quarto (16-38 il parziale), sospinti dal duo Murray (26+6 rimbalzi)-Lyles (26+7 rimbalzi). Ai Jazz (2-8 nelle ultime 10) non bastano Mitchell (15+7 rimbalzi) e Rubio (15).

Successo senza patemi per i Portland Trail Blazers, ai danni degli Atlanta Hawks. Al Moda Center, tutto il quintetto titolare di coach Stotts va in doppia cifra, con McCollum in evidenza (20+6 assist). Per gli Hawks, invece, il migliore è Schroder (14, con 5/14 al tiro); 8 punti per Belinelli (3/8 dal campo). All’American Airlines Center di Dallas, invece, una partita offensivamente molto spettacolare vede i Chicago Bulls spuntarla sui Dallas Mavericks. Gli ospiti realizzano la bellezza di 47 punti nel quarto periodo, sospinti dal duo Dunn (32+9 assist)-Holiday (23). Nei texani, che comunque lottano praticamente fino all’ultimo secondo, spiccano Matthews (24), Barnes (23+7 rimbalzi) e Nowitzki (19 con 8/11 dal campo). Infine, allo Staples Center di Los Angeles, gli Charlotte Hornets battono i Lakers, al 9° ko in fila. Dopo aver preso il controllo del match all’inizio del secondo periodo, gli ospiti la chiudono tra terzo e quarto periodo, quando la forbice tra le due squadre si allarga fino al +25 (103-78 a 8’59” dalla fine). Bene Walker (19+7 assist), Lamb (17) e Howard (15+10 rimbalzi). Nei Lakers, che ritrovano Lonzo Ball (11 con 4/8 dal campo), Ingram (22+14 rimbalzi) e Randle (15+10 rimbalzi) non evitano l’ennesimo ko.

Di seguito, il riepilogo della notte:

DETROIT PISTONS (20-17) @ PHILADELPHIA 76ERS (19-19) 78-114

MINNESOTA TIMBERWOLVES (24-16) @ BOSTON CELTICS (32-10) 84-91

NEW YORK KNICKS (18-21) @ MIAMI HEAT (21-17) 103-107 OT

TORONTO RAPTORS (27-10) @ MILWAUKEE BUCKS (20-17) 129-110

CHICAGO BULLS (14-25) @ DALLAS MAVERICKS (13-27) 127-124

PHOENIX SUNS (15-26) @ SAN ANTONIO SPURS (27-13) 89-103

UTAH JAZZ (16-23) @ DENVER NUGGETS (21-17) 91-99

WASHINGTON WIZARDS (23-16) @ MEMPHIS GRIZZLIES (12-27) 102-100

ATLANTA HAWKS (10-28) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (20-18) 89-110

CHARLOTTE HORNETS (15-23) @ LOS ANGELES LAKERS (11-27) 108-94

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo