NBA 2017/18, recap 31 Gennaio: McCollum show a Portland. Vittorie per Celtics e Cavs

Sono state otto le sfide riservateci dalla NBA stanotte, e partiamo da quella che ha regalato la miglior prestazione individuale, ovvero dal Moda Center di Portland, dove i Trail Blazers ricevevano i Chicago Bulls. Assoluto MVP di serata è stato uno strepitoso C.J. McCollum, capace di realizzare 50 punti in tre quarti (18/25 dal campo) e addirittura 28 nel solo primo periodo (miglior prestazione individuale in un quarto di gioco quest’anno), chiuso da Portland sul 19-43. Gli ospiti non riescono a contenerne la furia, con LaVine che ne mette a referto 23. Passeggiata di salute per i Boston Celtics (privi di Irving) che, al TD Garden, asfaltano i New York Knicks. Dopo un primo tempo nel complesso equilibrato (45-50), i padroni di casa fanno la differenza nei secondi 24′, con un parziale di 28-53 ispirato da Morris (20) e Rozier, che piazza la prima tripla doppia in carriera (17+11 rimbalzi e 10 assist).

Con 28 punti nel solo primo quarto contro i Bulls (50 in totale), CJ McCollum è stato il protagonista della notte NBA (foto da: basketballghana.com)

Importantissima vittoria interna per i Cleveland Cavaliers. Alla Quicken Loans Arena, senza Love e pur soffrendo, LeBron e compagni battono i Miami Heat, evitando l’aggancio al 3° posto ad Est proprio da parte dei floridiani. L’inizio è ottimo per Cleveland, avanti di 14 nella prima parte di secondo periodo (25-39 a 8’07” dalla pausa lunga); poi arriva la reazione ospite, con la partita che nel secondo tempo è punto a punto. Il momento decisivo arriva ad 1’21” dal termine, quando Crowder mette la tripla dell’85-88; questo consente ai Cavs di gestire un minimo vantaggio, portandola a casa con i liberi di Thomas e Korver. James (24+11 rimbalzi) e Frye (16) sono i migliori nella squadra di coach Lue; Dragic (18+6 assist) non basta a Miami.

Sorridono anche gli Indiana Pacers, che sconfiggono alla BankersLife Fieldhouse i Memphis Grizzlies ed agganciano i Wizards al 5° posto ad Est. Vittoria faticata, dato che Memphis, di rimonta, ad 1’57” dalla fine riesce anche a passare avanti, con una tripla di Selden (101-100), prima dello 0-5 con cui Indiana si assicura la W. Sugli scudi Bogdanovic (21) per i Pacers; Selden (24) e Marc Gasol (23+9 rimbalzi e 6 assist) per i Grizzlies. Pesante battuta d’arresto (3° consecutiva) per i Philadelphia 76ers, ko al Barclays Center contro i Brooklyn Nets. Una sconfitta, quella patita dai ragazzi di coach Brown, maturata nella prima parte di quarto periodo, subendo un break di 2-14 (94-105 a 6’31” dalla fine) al quale non hanno più saputo rimediare. Dinwiddie (27), Russell (22) ed Allen (16+12 rimbalzi) trascinano Brooklyn; ai Sixers non bastano Embiid (29+14 rimbalzi), Simmons (24+7 assist) e il rientrante Redick (20).

Vincono in trasferta gli Charlotte Hornets, che espugnano la Philips Arena di Atlanta al termine di una partita comandata sin dall’inizio, con l’apporto sostanziale del duo Walker (38+6 assist)-Howard (20+12 rimbalzi). Per gli Hawks, si salvano Bazemore (25) e Belinelli (22 con 6/12 dal campo). Tornano al successo gli Orlando Magic, che all’Amway Center si sbarazzano con discreta facilità dei Los Angeles Lakers. Senza Gordon, ci pensano Speights (21) e Fournier (19) a sospingere i Magic, mentre nei californiani i migliori sono stati Randle (20+9 rimbalzi) e Clarkson (20). Chiudiamo con quanto successo alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix, dove i Suns hanno ricevuto la visita dei Dallas Mavericks. Se il campo ha visto imporsi i padroni di casa (Jackson (21+8 rimbalzi), Warren (20)) sui texani (Smith Jr. (17+6 assist), Barnes (15+9 rimbalzi)), l’attenzione è stata purtroppo caratterizzata dal tremendo infortunio che ha colpito Isaiah Canaan. Il giocatore dei Suns, nei secondi conclusivi del secondo periodo, è caduto male, rompendosi la caviglia sinistra.

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

MEMPHIS GRIZZLIES (18-32) @ INDIANA PACERS (29-23) 101-105

LOS ANGELES LAKERS (19-31) @ ORLANDO MAGIC (15-35) 105-127

PHILADELPHIA 76ERS (24-24) @ BROOKLYN NETS (19-33) 108-116

MIAMI HEAT (29-22) @ CLEVELAND CAVALIERS (30-20) 89-91

CHARLOTTE HORNETS (21-29) @ ATLANTA HAWKS (15-36) 123-110

NEW YORK KNICKS (23-29) @ BOSTON CELTICS (37-15) 73-103

CHICAGO BULLS (18-33) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (29-22) 108-124

DALLAS MAVERICKS (16-36) @ PHOENIX SUNS (18-34) 88-102

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo