NBA 2017/18, recap 30 Dicembre: Curry trascina Golden State. Mitchell stende Cleveland

Sette partite in programma nella notte, segnata dal ritorno sul parquet dopo quasi un mese di stop di Stephen Curry. I Golden State Warriors riabbracciano il due volte MVP alla Oracle Arena, opposti ai Memphis Grizzlies. E il #30 non ha deluso le attese, in una partita che ha visto sprigionarsi l’enorme potenziale offensivo dei Campioni in carica. Nonostante gli ospiti si producano nella loro miglior prestazione offensiva della stagione, mettendo a referto 128 punti, tirando con il 52.1% dal campo e un irreale 71.4% da tre (15/21), a spuntarla sono i Warriors, autori di 116 punti in soli tre quarti, trascinati da Curry (38 con 10/13 da tre), Thompson (21) e Durant (20+9 assist). Non bastano a Memphis Marc Gasol (27+6 rimbalzi) ed Evans (22+9 assist).

Curry torna in campo e regala subito spettacolo, conducendo i Warriors alla vittoria sui Grizzlies (foto da: twitter.com)

Non è un finale di 2017 positivo, invece, per i Cleveland Cavaliers che, alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City, perdono con gli Utah Jazz ed incappano nella 3° L di fila (1-4 nelle ultime 5). I padroni di casa reagiscono all’avvio migliore dei Cavs, toccando il +15 a 4’23” da fine terzo quarto (56-71). Trascinati dal trio James (29+8 rimbalzi e 6 assist)-Green (22)-Love (20+10 rimbalzi), gli ospiti tornano in partita, ma devono inchinarsi ad un bravissimo Donovan Mitchell (29+6 assist), ben supportato da Favors (19+6 rimbalzi) e da Rubio (16+10 rimbalzi ed 8 assist). Sconfitta anche per i San Antonio Spurs, messi ko alla Little Caesars Arena di Detroit dai Pistons, che mettono la freccia nella ripresa, concedendo appena 79 punti ai texani. Sugli scudi Bullock (22), Kennard (20), Smith (18) e Drummond (14+21 rimbalzi e 6 assist), mentre si salva parzialmente il solo Leonard negli Spurs (18 con 4/11 dal campo).

Terza vittoria esterna stagionale per i New York Knicks, che espugnano lo Smoothie King Center, casa dei New Orleans Pelicans. Gli ospiti dominano la fase centrale del match, andando spesso abbondantemente sopra la doppia cifra di vantaggio, ma ciononostante il finale è punto a punto. A deciderla ci pensano i liberi di Jack (15+7 assist) con 9″ sul cronometro. Top-scorer di serata per New York il solito Porzingis (30+7 rimbalzi); ai Pelicans non sono sufficienti Davis (31+9 rimbalzi) e Cousins (29+19 rimbalzi). All’Amway Center di Orlando, invece, è andato in scena il terzo derby della Florida in stagione, con i Miami Heat che, in rimonta, hanno avuto ragione dei Magic. Padroni di casa che dilapidano un vantaggio arrivato fino al +18 (50-68 in avvio di terzo quarto), condannati poi nell’ultimo quarto dai 14 punti di Dragic (su 25 totali, con 8 assist). Molto bene per Miami anche Tyler Johnson (31), mentre ai Magic non bastano i punti della coppia Gordon (39+7 rimbalzi)-Fournier (23+6 rimbalzi).

Rimonta vincente anche per i Philadelphia 76ers, corsari al Pepsi Center di Denver, contro i Nuggets. Ospiti che, sotto di 14 a 7’29” da fine terzo quarto (58-72), risalgono la china con un tremendo 33-8 di parziale nei successivi 8′ e spiccioli (91-80), portando poi a casa la W. In evidenza Saric (20+9 rimbalzi e 6 assist) e Redick (18); per i padroni di casa, Murray (31+8 rimbalzi) e Jokic (19+13 rimbalzi e 6 assist). Alla Philips Arena di Atlanta, infine, si conferma il buono stato di forma degli Hawks (4-3 nelle ultime 7), capaci di infliggere un parziale di 37-58 nel secondo tempo ai Portland Trail Blazers. Schroder (22+8 assist) e Belinelli (14 con 5/10 dal campo) sospingono Atlanta alla 10° W stagionale; non evitano il ko agli ospiti i vari Napier (21+8 rimbalzi e 6 assist) e McCollum (18).

Di seguito, il riepilogo della notte:

MIAMI HEAT (19-17) @ ORLANDO MAGIC (12-25) 117-111

NEW YORK KNICKS (18-18) @ NEW ORLEANS PELICANS (18-18) 105-103

SAN ANTONIO SPURS (25-12) @ DETROIT PISTONS (20-15) 79-93

PORTLAND TRAIL BLAZERS (18-17) @ ATLANTA HAWKS (10-26) 89-104

CLEVELAND CAVALIERS (24-12) @ UTAH JAZZ (16-21) 101-104

MEMPHIS GRIZZLIES (11-25) @ GOLDEN STATE WARRIORS (29-8) 128-141

PHILADELPHIA 76ERS (16-19) @ DENVER NUGGETS (19-17) 107-102

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo