NBA 2017/18, recap 28 Dicembre: pazzesca rimonta Celtics ai danni dei Rockets!

Cinque le sfide disputate nella notte NBA. Spicca su tutte la partita del TD Garden tra Boston Celtics e Houston Rockets, non più tardi di una settimana fa entrambe in vetta alle rispettive conference. E quanto successo sul parquet di Boston ha dell’incredibile. I texani, infatti, partono fortissimo: subito 12-0, i ragazzi di D’Antoni chiudono sul 32-12 il primo quarto, toccando poi in due occasioni il +26 (la seconda sul 60-34 a 2’02” dalla pausa lunga), chiudendo sul 62-38 al 24′. La partita sembra già bella che chiusa, ma non sarà affatto così. Già nella seconda metà di terzo periodo i padroni di casa tornano in partita, andando all’ultimo intervallo sul 78-69. I Rockets provano a tenere a bada gli avversari, e a 11″ dalla fine, con due liberi di Harden, sono sul +3 (98-95). Proprio Harden diventa il protagonista in negativo degli ultimi istanti, con due falli in attacco assurdi: il primo dopo la schiacciata di Tatum (98-97 con 7″ sul cronometro), il secondo, che chiude la sfida, spintonando Irving subito dopo il canestro della vittoria di Horford (con 3.7″ sul cronometro). Irving (26) e Tatum (19) sono i migliori nei Celtics; Harden (34+10 assist e 6 rimbalzi) e Gordon (24), non evitano il 4° ko di fila ai texani.

I due volti del pazzesco finale del TD Garden: da un lato, la grinta di Kyrie Irving; dall’altra, l’incredulità di James Harden, autore di due falli in attacco ai limiti del folle negli ultimi secondi (foto da: sports.inquirer.net)

Vittoria consistente dei San Antonio Spurs sui New York Knicks. All’AT&T Center, gli ospiti si oppongono per tre quarti, per poi mollare negli ultimi 12′, quando i texani volano sul +17 (84-101 a 8’40” dalla fine). Sugli scudi Aldridge (25) e Pau Gasol (17+11 rimbalzi e 7 assist), mentre per i Knicks i migliori sono stati Beasley (23+12 rimbalzi), Lee (18) e Porzingis (18+7 rimbalzi e 6 stoppate). Rimonta vincente per i Milwaukee Bucks, ai danni dei Minnesota Timberwolves. Al BMO Harris Bradley Center, i Twolves partono forte (19-6 a metà primo quarto), arrivando poi al +20 a 7’13” dalla fine del terzo periodo (74-54). I padroni di casa, però, sospinti dalla coppia Bledsoe (26+6 assist)-Antetokounmpo (22+10 rimbalzi), rimontano e si aggiudicano la partita con un quarto periodo da 12-27 di parziale. A Minnesota non sono sufficienti Towns (22), Butler (20+7 assist) e Wiggins (21).

Ko a sorpresa per i Detroit Pistons, che lasciano con una sconfitta l’Amway Center di Orlando, casa dei Magic. I floridiani, dopo tre quarti combattuti, scappano via nel quarto periodo, trascinati da Payton (19+8 rimbalzi ed 8 assist) e Fournier (17). Non servono ai Pistons Harris (21), Smith (18+7 rimbalzi) e Drummond (17+18 rimbalzi). Alla serata delle rimonte si iscrivono anche i Portland Trail Blazers, vittoriosi al Moda Center sui Philadelphia 76ers (2-8 nelle ultime 10). Avanti di 18 a 4’15” da fine terzo quarto (78-60), i Sixers devono subire la rimonta della franchigia dell’Oregon, che si concretizza con il sorpasso sull’88-89 (7’32” al termine), all’interno di un quarto periodo da 25-42 di parziale. Senza Lillard, sono McCollum (34+7 rimbalzi), Napier (23) e Nurkic (21+12 rimbalzi) a trascinare i Blazers. Non bastano Embiid (29+9 rimbalzi), Saric (25+9 rimbalzi) e Redick (19) agli ospiti.

Di seguito, il riepilogo della notte:

DETROIT PISTONS (19-15) @ ORLANDO MAGIC (12-24) 89-102

HOUSTON ROCKETS (25-8) @ BOSTON CELTICS (29-10) 98-99

MINNESOTA TIMBERWOLVES (22-14) @ MILWAUKEE BUCKS (18-15) 96-102

NEW YORK KNICKS (17-18) @ SAN ANTONIO SPURS (25-11) 107-119

PHILADELPHIA 76ERS (15-19) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (18-16) 110-114

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo