NBA 2016/17, vincono ancora i Clippers. Bene anche Spurs, Rockets e Grizzlies

La notte NBA ci ha regalato un programma di otto partite.

Non ne vogliono sapere di fermarsi i Los Angeles Clippers, che allo Staples Center fanno quello che vogliono dei Brooklyn Nets, schiantati già nel primo periodo (14-39). Blake Griffin (2o+6 rimbalzi e 6 assist) e Chris Paul (21+9 assist e 5 palloni recuperati) rivestono sempre il ruolo di trascinatori della squadra di coach Rivers. Nei Nets, a salvarsi in parte è il solo Bogdanovic (18). Anche i San Antonio Spurs, impegnati all’AT&T Center, portano a casa la W. Gli uomini di Gregg Popovich dominano il primo tempo (40-55), per poi controllare nella ripresa il tentativo di rientro degli Heat. Importante il solito contributo di Leonard (24+12 rimbalzi) ed Aldridge (18), mentre a Miami non bastano Waiters (27) e Whiteside  (23+17 rimbalzi).

Blake Griffin (Clippers) al tiro, con Luis Scola (Nets) che prova ad opporsi. Gli angeleni sono i primi, in questa stagione, a raggiungere la doppia cifra nelle vittorie (foto da: foxsports.com)

Bene anche i Rockets, che non hanno problemi a disfarsi dei Sixers al Toyota Center di Houston. Gli ospiti reggono un tempo, per poi mollare nel terzo periodo. Harden è ancora una volta decisivo (33+9 assist e 7 rimbalzi); per Philadelphia, i meno peggio risultano Embiid (13+10 rimbalzi) e Ilyasova (13+6 rimbalzi). Cadono in casa gli Utah Jazz, mandati ko nel finale dai Memphis Grizzlies. Marc Gasol (22), il sempreverde Vince Carter (20+7 rimbalzi), Randolph (18+10 rimbalzi) e Conley (18+7 assist) portano la squadra di Fizdale al successo. Ai Jazz non sono sufficienti Ingles (20) e Lyles (18). Una serata tremenda al tiro (32.1% dal campo, 20% da tre) costa la partita ai Magic, nettamente sconfitti alla BankersLife Fieldhouse di Indianapolis dai Pacers. I migliori a referto sono da una parte Miles (16) e dall’altra Fournier (14).

Quarto ko di fila per i Thunder che, nonostante un Westbrook ancora da urlo (33+15 rimbalzi e 8 assist), cadono al Palace of Auburn Hills di Detroit. I Pistons, trascinati dal duo Harris (22+6 rimbalzi)-Baynes (20+8 rimbalzi), scappano via nel secondo quarto (+12 all’intervallo lungo), non permettendo quindi agli ospiti di rientrare. Bene anche i New York Knicks, che al Garden abbattono i Mavericks nel terzo quarto (12-31 il parziale). Ottima serata per la coppia Porzingis-Anthony (48 punti in due, e anche 11 rimbalzi per il lettone); per i texani, ok Barnes (20) e Barea (17). Infine, allo Smoothie King Center di New Orleans, i Pelicans ottengono la seconda vittoria stagionale, prima in casa, battendo in volata i Celtics. Non basta un Isaiah Thomas in grande evidenza (37 (18 nel solo quarto periodo)+7 assist) e la doppia doppia di Bradley (19+10 rimbalzi). I padroni di casa ringraziano il solito Davis (25+16 rimbalzi) e Galloway (21).

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

ORLANDO MAGIC (4-7) @ INDIANA PACERS (5-6) 69-88

DALLAS MAVERICKS (2-7) @ NEW YORK KNICKS (4-6) 77-93

OKLAHOMA CITY THUNDER (6-5) @ DETROIT PISTONS (6-5) 88-104

BOSTON CELTICS (5-5) @ NEW ORLEANS PELICANS (2-9) 105-106

PHILADELPHIA 76ERS (1-9) @ HOUSTON ROCKETS (6-4) 88-115

MIAMI HEAT (2-7) @ SAN ANTONIO SPURS (8-3) 90-94

MEMPHIS GRIZZLIES (5-5) @ UTAH JAZZ (7-5) 102-96

BROOKLYN NETS (4-6) @ LOS ANGELES CLIPPERS (10-1) 95-127

*Tra parentesi, il record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo