NBA 2016/17, risultati 7 Aprile: Cavs ko con gli Hawks. Westbrook chiuderà la stagione in tripla doppia di media

La notte NBA ha visto disputarsi nove partite. Cominciamo dalla Quicken Loans Arena di Cleveland, dove i Cavaliers ricevevano gli Hawks. E gli ospiti, dopo averla spuntata sui Celtics, battono anche LeBron e compagni, sull’onda delle prestazioni di Hardaway Jr. (22) e Dunleavy (20), pur con Howard e Schroder a riposo. Per Cleveland i migliori sono James (27+8 rimbalzi e 7 assist), Love (15+15 rimbalzi) ed Irving (18+7 assist). Mentre i Cavs mantengono una partita di vantaggio sui Celtics, Atlanta consolida il 5° posto ad Est. Successo importante anche per i Jazz, a segno alla Vivint Smart Home Arena contro i Twolves. La squadra di coach Snyder viene trascinata da Hayward (39) e Joe Johnson (22) riallungando sui Clippers, nella volata per il 4° posto ad Ovest. Non bastano a Minnesota Towns (32+13 rimbalzi), Rubio (26+12 assist) e Wiggins (25). Alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix, i Suns partono benissimo (48-71 il primo tempo) e battono i Thunder. Sugli scudi Booker (37) e Warren (23+16 rimbalzi); per OKC, Westbrook è come sempre il migliore (23+12 rimbalzi e 8 assist) e chiuderà la regular season con una pazzesca tripla doppia di media. Inoltre, con questa vittoria dei Suns, i Nets chiuderanno ufficialmente con il peggior record stagionale.

I Thunder hanno perso a Phoenix, mentre Westbrook, se da un lato non riesce a firmare la tripla doppia del record, dall’altro potrà dire di aver concluso una regular season in tripla doppia di media (foto da: sports.inquirer.net)

Derby texano all’American Airlines Center di Dallas, con gli Spurs che, imbottiti di seconde linee, battono i Mavericks grazie ad un terzo quarto da 25-8 di parziale. Forbes (27+6 assist) e Bertans (19) sono i migliori per San Antonio; Powell (12+6 rimbalzi) e Ferrell (11) gli unici in doppia cifra per Dallas. Ok anche i Grizzlies, che vincono contro i Knicks al FedEx Forum, con un 16-31 di parziale nel quarto periodo. Conley (31+6 assist) e Marc Gasol (16+10 rimbalzi) conducono Memphis alla W; senza i big, è Courtney Lee (16) il top scorer per New York. Allo Staples Center di Los Angeles, Julius Randle (25+6 rimbalzi) sospinge alla vittoria i Lakers sui Kings, ai quali non bastano Labissiere (19) e Hield (17).

Passiamo alla lotta per la zona Playoff. Ad Ovest, non mollano la presa i Nuggets, vittoriosi al Pepsi Center con i Pelicans, riportandosi ad una partita di distacco dai Blazers. Murray (30), Jokic (23+12 rimbalzi) e Harris (20+9 assist e 6 rimbalzi) sono i protagonisti per Denver; 13+4 rimbalzi per il Gallo. Davis (25+6 rimbalzi) e Jordan Crawford (20) non sono sufficienti alla squadra di New Orleans. Ad Est, invece, sanguinoso ko degli Heat a Toronto con i Raptors. All’Air Canada Center, i floridiani perdono e si ritrovano ad una partita dalla coppia Bulls-Pacers; i canadesi, invece, riguadagnano mezza partita di vantaggio sui Wizards. DeRozan (38+6 rimbalzi) è il protagonista di serata; James Johnson (22+10 rimbalzi) e Dragic (18) non salvano Miami. Infine, vittoria pressochè inutile dei Pistons al Toyota Center di Houston con i Rockets. Marjanovic (27+12 rimbalzi) e Smith (20) guidano Detroit alla vittoria, ma la zona Playoff dista tre partite. Per i texani, il migliore è Harden (33+12 assist e 9 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

ATLANTA HAWKS (41-38) @ CLEVELAND CAVALIERS (51-28) 114-100

MIAMI HEAT (38-41) @ TORONTO RAPTORS (49-31) 94-96

NEW YORK KNICKS (30-50) @ MEMPHIS GRIZZLIES (43-37) 88-101

DETROIT PISTONS (36-43) @ HOUSTON ROCKETS (53-26) 114-109

SAN ANTONIO SPURS (61-18) @ DALLAS MAVERICKS (32-47) 102-89

NEW ORLEANS PELICANS (33-46) @ DENVER NUGGETS (38-41) 106-122

MINNESOTA TIMBERWOLVES (31-48) @ UTAH JAZZ (49-30) 113-120

OKLAHOMA CITY THUNDER (45-34) @ PHOENIX SUNS (23-57) 99-120

SACRAMENTO KINGS (31-48) @ LOS ANGELES LAKERS (24-55) 94-98

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo