NBA 2016/17, risultati 4 Aprile: Westbrook raggiunge Oscar Robertson. 12 W di fila per Golden State

Undici le partite della notte NBA, che ha ancora riservato emozioni. Copertina d’obbligo per Russell Westbrook: la stella dei Thunder realizza la 41.esima tripla doppia stagionale con 12+13 rimbalzi e 13 assist (7° consecutiva e 78.esima in carriera, eguagliando anche Wilt Chamberlain al 4° posto nella classifica all-time). Grazie anche a Kanter (17), OKC si sbarazza facilmente dei Bucks alla Chesapeake Energy Arena. Per gli ospiti, si salva Beasley (14). Continua il gran momento dei Warriors che, alla Oracle Arena, annientano i Twolves e ottengono la vittoria consecutiva #12. Protagonista assoluto Klay Thompson (41), supportato da Curry (19+9 assist); a Minnesota non bastano Muhammad (24+11 rimbalzi), Wiggins (24) e Towns (21+6 rimbalzi). Ok anche i Cavaliers. Alla Quicken Loans Arena, i Magic resistono un tempo per poi crollare nel terzo quarto (20-43 il parziale), e Cleveland aggancia momentaneamente i Celtics in vetta alla Eastern Conference. Sugli scudi Love (28+11 rimbalzi), Irving (24+8 assist), James (18+11 rimbalzi e 11 assist) e J.R. Smith (19); per Orlando, il migliore è Fournier (21).

Che serata per Russell Westbrook. Contro i Bucks, il #0 dei Thunder eguaglia in un colpo solo Oscar Robertson (41 triple doppie stagionali) e Wilt Chamberlain (78 in carriera). Stanotte a Memphis potrà già staccare entrambi (foto da: thunderousintentions.com)

Passiamo alla lotta per gli ultimi posti ai Playoff, cominciando con la Western. Brutto tonfo per i Blazers, sconfitti nettamente alla Vivint Smart Home Arena dai Jazz, trascinati dal duo Hayward (30)-Gobert (20+11 rimbalzi) e adesso con una partita di margine sui Clippers (lotta per il 4° posto). McCollum (25+6 rimbalzi) non è abbastanza per Portland, che rimette tutto in gioco, visto che i Nuggets hanno espugnato il parquet dei Pelicans, accorciando quindi a mezza partita il distacco (con una sfida in meno). Bella serata per il nostro Gallinari (28), supportato da Harris (23+8 rimbalzi) e Jokic (21+12 rimbalzi). Nelle fila di New Orleans, bene Davis (41), Cousins (30+14 rimbalzi e 9 assist) e Holiday (18+13 assist).

Spostiamoci nella Eastern Conference. Stop che rischia di far male, quello dei Bulls al Madison Square Garden di New York con i Knicks. I ragazzi di coach Hoiberg (ok Butler (26) e Mirotic (21+10 rimbalzi)) cedono il passo alla squadra di coach Hornacek (in evidenza Anthony (23+7 rimbalzi)) e vengono raggiunti in 7° posizione dai Pacers, vittoriosi invece sui Raptors. Alla Bankers Life Fieldhouse, Indiana schianta gli avversari con un secondo tempo da 39-68, con George (35+10 rimbalzi) e Teague (20+6 assist) sugli scudi. Il solo Derozan (27) non è sufficiente per Toronto. Per fortuna di Chicago, gli Hornets cadono al Verizon Center contro i Wizards e, anzichè avvicinarsi, restano a 2 partite. I soliti Wall (23+13 assist e 6 palloni recuperati) e Beal (19) permettono a Washington di riagganciare Toronto al 3° posto; Walker (37) e Belinelli (16) non evitano a Charlotte la sconfitta.

Partita vibrante all’AT&T Center di San Antonio, dove gli Spurs battono dopo un supplementare i Grizzlies. Gli ospiti (bene Conley (19+6 assist) e Randolph (18+16 rimbalzi)), sotto anche di oltre 10 lunghezze nel quarto periodo, rimontano e, a 2″ dalla sirena, sono addirittura avanti 84-82, grazie allo stesso Z-Bo; ma Aldridge (15+6 rimbalzi) non è d’accordo, e manda le due squadre all’overtime. Qui è decisivo Leonard (32+12 rimbalzi). Nulla da assegnare nelle ultime due partite. Al Golden 1 Center, i Kings mandano al tappeto i Mavericks. Con un quarto periodo da 18-30 di parziale, i californiani trovano in McLemore (22) il top-scorer; ai texani non basta Brussino (13+7 rimbalzi). Infine, proseguono nel loro dignitoso finale di stagione i Nets, che asfaltano a domicilio i Sixers, caduti al Wells Fargo Center sotto i colpi di Lin (16+7 assist ) e Lopez (16), con altri sei giocatori in doppia cifra. Luwawu-Cabarrot (19) e Long (18+6 rimbalzi) sono i meno peggio per Philadelphia.

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

BROOKLYN NETS (19-59) @ PHILADELPHIA 76ERS (28-50) 141-118

CHARLOTTE HORNETS (36-42) @ WASHINGTON WIZARDS (47-31) 111-118

ORLANDO MAGIC (27-51) @ CLEVELAND CAVALIERS (50-27) 102-122

TORONTO RAPTORS (47-31) @ INDIANA PACERS (38-40) 90-108

DENVER NUGGETS (37-40) @ NEW ORLEANS PELICANS (33-45) 134-131

MILWAUKEE BUCKS (40-38) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (44-33) 78-110

CHICAGO BULLS (38-40) @ NEW YORK KNICKS (30-48) 91-100

MEMPHIS GRIZZLIES (42-36) @ SAN ANTONIO SPURS (60-17) 89-95 OT

PORTLAND TRAIL BLAZERS (38-40) @ UTAH JAZZ (48-30) 87-106

MINNESOTA TIMBERWOLVES (31-46) @ GOLDEN STATE WARRIORS (64-14) 107-121

DALLAS MAVERICKS (32-45) @ SACRAMENTO KINGS (31-47) 87-98

* Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo