NBA 2016/17, risultati 2 Gennaio: bene Warriors, Cavs e Rockets. Vittorie anche per Clippers e Jazz

La notte NBA del 2 Gennaio 2017 ci ha regalato otto partite. Alla Oracle Arena, continua la marcia dei Warriors i quali, seppur tra qualche difficoltà, mandano al tappeto degli orgogliosi Nuggets. I californiani vengono sospinti dai big, ovvero sia Thompson (25), Curry (22), Durant (21) e Green (15+13 assist e 10 rimbalzi). Agli ospiti non bastano Jokic (21+13 rimbalzi), Chandler (21) e Gallinari (19+8 rimbalzi). Al Toyota Center di Houston, un super Eric Gordon (31) e un James Harden alla nona tripla doppia stagionale (23+10 rimbalzi ed altrettanti assist) trascinano i Rockets alla vittoria in rimonta sui Wizards, rendendo vane le prestazioni di Beal (27) e Wall (18+12 assist). Tornano al successo i Los Angeles Clippers, vittoriosi allo Staples Center sui Phoenix Suns. I migliori nella squadra di coach Rivers sono Redick (22) e Crawford (18+7 rimbalzi); agli ospiti non sono sufficienti Warren (24+8 rimbalzi) e Bledsoe (22+9 assist e 8 rimbalzi).

Kevin Durant e Stephen Curry si danno il cinque, durante il match di stanotte con i Nuggets, vinto dai Warriors (foto da: nbcbayarea.com)

Ancora senza Irving, i Cavaliers soffrono, sbagliando tanto al tiro, ma alla fine riescono ad aver ragione dei Pelicans. Manco a dirlo, il trascinatore è LeBron James (26+7 rimbalzi e 6 assist), mentre per New Orleans si mettono in evidenza Davis (20+17 rimbalzi) e Hield (20). Ok anche gli Utah Jazz, corsari al Barclays Center, casa dei Nets. Decisivo è l’ultimo periodo (31-19 il parziale), con Hayward MVP di serata (30), ben coadiuvato da Gobert (15+16 rimbalzi). Ai locali non basta Booker (17+15 rimbalzi). Brutto tonfo interno per i Knicks, sconfitti al Madison Square Garden dai Magic. I padroni di casa (ok Anthony (19+7 rimbalzi) e Rose (18)) vedono gli avversari scappare nel secondo quarto, per poi non riuscire più a riprenderla. I migliori per Orlando sono Meeks (23), Ibaka (22+6 rimbalzi) e Gordon (22+6 rimbalzi e 6 assist).

Cadono anche i Thunder, battuti al BMO Harris Bradley Center di Milwaukee dai Bucks. Fondamentali, per la vittoria dei ragazzi di Kidd, il canestro di Henson e i liberi di Brogdon nelle ultime fasi di gara. Antetokounmpo (26+10 rimbalzi) fa sempre il suo, così come Parker (19+6 rimbalzi); ad OKC non bastano Westbrook (30+7 rimbalzi e 6 assist), Adams (20+8 rimbalzi) ed Oladipo (18). Infine, un Butler inarrestabile (52+12 rimbalzi e 6 assist) trascina i Bulls alla vittoria sugli Hornets allo United Center. A Charlotte non sono sufficienti i soliti Kemba Walker (34+11 rimbalzi) e Nicolas Batum (19+6 rimbalzi).

Nicolas Batum (Hornets) e Jimmy Butler (Bulls). Il #21 di Chicago ha realizzato 52 punti nella vittoria dei suoi (foto da: swarmandsting.com)

Di seguito, il riepilogo della notte NBA:

OKLAHOMA CITY THUNDER (21-14) @ MILWAUKEE BUCKS (17-16) 94-98

NEW ORLEANS PELICANS (14-22) @ CLEVELAND CAVALIERS (26-7) 82-90

UTAH JAZZ (22-13) @ BROOKLYN NETS (8-25) 101-89

ORLANDO MAGIC (16-20) @ NEW YORK KNICKS (16-18) 115-103

CHARLOTTE HORNETS (19-16) @ CHICAGO BULLS (17-18) 111-118

WASHINGTON WIZARDS (16-17) @ HOUSTON ROCKETS (27-9) 91-101

PHOENIX SUNS (10-25) @ LOS ANGELES CLIPPERS (23-14) 98-109

DENVER NUGGETS (14-20) @ GOLDEN STATE WARRIORS (30-5) 119-127

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo