NBA 2016/17, risultati 18 Gennaio: KD senza pietà. Harden c’è. Vincono ancora i Sixers

Nottata NBA spettacolare e ricca di significati, con nove partite in programma. Cominciamo dalla Oracle Arena, dov’è andato in scena il secondo atto della sfida tra Warriors e Thunder, tra gli ex amici Kevin Durant e Russell Westbrook. Ebbene, dopo un primo tempo combattuto, Golden State mette la freccia nel secondo tempo (44-65 il parziale), rendendo vana la strenua resistenza di Westbrook, alla 21.esima tripla doppia stagionale (27+15 rimbalzi e 13 assist), e i ventelli di Kanter (22+9 rimbalzi) ed Oladipo (20). Dall’altra parte, è proprio il grande ex, KD, a giocare divinamente (40+12 rimbalzi e 13/16 dal campo), trascinando i suoi alla vittoria, coadiuvato da Curry (24+8 assist). Al Toyota Center di Houston, tornano alla vittoria i Rockets, che sconfiggono i Bucks grazie ad un super Harden (38+8 assist e 6 rimbalzi) e ad un secondo quarto da 12-30 di parziale. Bene anche Gordon (25); inutile, per Milwaukee, l’ottima serata di Antetokounmpo (32+11 rimbalzi e 6 assist).

Kevin Durant vola in schiacciata. L’ex Thunder nonha avuto pietà della sua ex squadra, conducendo GSW alla vittoria (foto da: nbcbayarea.com)

Al TD Garden di Boston, un sempre convincente Isaiah Thomas (39) stavolta non basta ai Celtics, che cadono in casa con i redivivi Knicks. Protagonista un ottimo Derrick Rose (30+10 rimbalzi), che trascina i newyorkesi nonostante l’assenza di Porzingis e un Anthony non in serata. Pesante tonfo esterno degli Hawks, che perdono al Palace di Detroit con i Pistons. Ospiti che pagano un brutto primo quarto (18-42 il parziale), non riuscendo più a raddrizzarla. Padroni di casa trascinati da Jackson (26), Harris (19) e Drummond (13+17 rimbalzi); ad Atlanta non + sufficiente Millsap (21+8 rimbalzi). Continuano a sorprendere i Sixers, che al Wells Fargo Center, si prendono addirittura lo scalpo dei Raptors. Al termine di un match equilibrato, Philadelphia vince grazie al solito Embiid (26+9 rimbalzi), autore della stoppata decisiva su Lowry (24), e primo rookie dei Sixers dai tempi di Allen Iverson a realizzare 20 o più punti per dieci partite di fila. A Toronto, oltre al play #7, non basta DeRozan (25+6 assist).

RAPTORS@SIXERS: PRIMA COVINGTON POI EMBIID, INCUBO STOPPATE PER LOWRY

https://youtu.be/U44iforR5H0

 

Ripartono gli Hornets che, alla Time Warner Cable Arena, mandano ko i Blazers con un quarto periodo da 13-28 di parziale. Kemba Walker è il top scorer dei padroni di casa (23), mentre Belinelli fa il suo (13+5 rimbalzi e 3 assist). A Portland, ko per la 12.esima volta nelle ultime 17 uscite, non bastano Lillard (21+7 rimbalzi e 6 assist) e McCollum (18). Al Verizon Center, i Wizards dominano pressochè tutta la partita, resistendo al tentativo di rimonta dei Grizzlies. Decisivi i 50 punti del duo Wall (25+13 assist)-Porter Jr. (25+7 rimbalzi); per gli ospiti, non sono abbastanza le prestazioni di Gasol (28+7 assist) e Conley (20+6 assist).

Vittoria di rimonta dei Pacers, che espugnano il Golden 1 Center di Sacramento con un secondo tempo davvero incisivo (65-40). Tre i giocatori di Indiana con almeno 20 punti a referto: George (24), Teague (22+11 assist e 7 rimbalzi) e Jefferson (20). Ai Kings, un Cousins in tripla doppia (25+12 rimbalzi e 10 assist) e Gay (21) non bastano ad evitare il ko. Proprio quest’ultimo ha subito un serio infortunio al tendine d’achille della gamba sinistra, che presumibilmente lo terrà fuori per molto tempo. Chiudiamo con il match dello Smoothie King Center di New Orleans, che ha visto fronteggiarsi Pelicans e Magic. I padroni di casa hanno comandato le operazioni, ipotecando la partita nei due quarti centrali (42-60 il parziale). I migliori, per New Orleans, sono Davis (21+14 rimbalzi), Evans (18) e Galloway (18). Nelle fila di Orlando, invece, sono Gordon (14+8 rimbalzi) e Payton (14) i più prolifici.

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

TORONTO RAPTORS (28-14) @ PHILADELPHIA 76ERS (14-26) 89-94

MEMPHIS GRIZZLIES (25-19) @ WASHINGTON WIZARDS (22-19) 101-104

PORTLAND TRAIL BLAZERS (18-26) @ CHARLOTTE HORNETS (21-21) 85-107

NEW YORK KNICKS (19-24) @ BOSTON CELTICS (26-16) 117-106

ORLANDO MAGIC (17-27) @ NEW ORLEANS PELICANS (17-26) 98-118

MILWAUKEE BUCKS (20-21) @ HOUSTON ROCKETS (33-12) 92-111

ATLANTA HAWKS (24-18) @ DETROIT PISTONS (20-24) 95-118

OKLAHOMA CITY THUNDER (25-19) @ GOLDEN STATE WARRIORS (36-6) 100-121

INDIANA PACERS (22-19) @ SACRAMENTO KINGS (16-25) 106-100

*Tra parentesi, i record delle varie squadre. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo