NBA 2016/17, cadono Cavs e Clippers. Vittorie per Warriors e Spurs

Nottata di NBA scoppiettante, date anche le undici partite in programma.

Seconda sconfitta stagionale sia per i Cavaliers che per i Clippers. LeBron (tenuto a riposo) e compagni, impegnati in back-to-back alla BankersLife Fieldhouse di Indianapolis, cedono al cospetto dei Pacers. I padroni di casa passano in vantaggio all’incirca dopo 4′ di gioco, andando avanti di 12 lunghezze alla fine del terzo periodo (68-80). A metà quarto periodo, i Cavs rientrano fino al -4, ma i Pacers resistono e portano a casa la vittoria. Decisivi Paul George (21+11 rimbalzi) e Jeff Teague (20+8 assist); per Cleveland, bene Kevin Love (27+16 rimbalzi) e Kyrie Irving (24+7 assist). Finiscono ko anche i Los Angeles Clippers, sconfitti a domicilio dai Grizzlies. Gli ospiti, dopo aver dominato il secondo quarto e chiuso il primo tempo sul +15 (61-46), subiscono il ritorno dei ragazzi di coach Rivers, sospinti da Blake Griffin (25+8 rimbalzi) e da J.J. Redick (24+7 assist). Ma una tripla di Marc Gasol (26+6 rimbalzi e 6 assist) a 14″ dalla fine fa calare il sipario in favore di Memphis. Gran prova, per la squadra di coach Fizdale, anche per Mike Conley (30+8 assist).

Mike Conley (Grizzlies) e Chris Paul (Clippers). Il #11 ospite ha guidato Memphis alla vittoria sul campo degli angeleni (foto da: somosnba.com)

Nona vittoria stagionale, invece, sia per i Warriors che per gli Spurs. Golden State espugna l’Air Canada Center di Toronto, casa dei Raptors, chiamati ad un terribile back-to-back, avendo affrontato ieri i Cavaliers a Cleveland. Trascinati da Stephen Curry (35+7 assist) e da Kevin Durant (30+9 rimbalzi e 6 assist), i californiani scappano via nei minuti finali del secondo quarto, andando negli spogliatoi sul 66-53. I Warriors, quindi, allungano fin quasi sul +20, per poi tenere sotto controllo il tardivo rientro dei canadesi, rendendo vane le prestazioni di DeRozan (34+6 rimbalzi) e Lowry (24). San Antonio, invece, esce vittoriosa dalla sfida contro i Kings, sul parquet del Golden 1 Center. I texani dominano praticamente tutta la partita, trovandosi sul +18 a poco meno di 3′ dalla fine; a questo punto, Sacramento realizza un parziale di 3-16, ma è troppo tardi. In tre, nella squadra di Popovich, raggiungono o superano i 20 punti: Pau Gasol (24+9 rimbalzi), Aldridge (21+6 rimbalzi) e Leonard (20+6 rimbalzi e 4 palloni recuperati). Ai Kings non basta Cousins (26+17 rimbalzi).

Kevin Durant (Warriors) e Jonas Valanciunas (Raptors). Con 65 punti del duo Curry-KD, Golden State ha vinto in Canada (foto da: nbcbayarea.com)

Una meravigliosa schiacciata in faccia a Capela negli ultimi secondi di un grande Russell Westbrook (30+9 assist e 7 rimbalzi) regala il ritorno alla vittoria dopo 4 ko di fila ai Thunder, impegnati alla Chesapeake Energy Arena contro i Rockets. Sotto anche di 11 nel terzo periodo, OKC ha rimontato anche grazie ad un ottimo Oladipo (29+10 rimbalzi). Ai texani non sono sufficienti Anderson (14), Harden (13+13 assist, ma 4/16 al tiro) e Capela (13+14 rimbalzi). A quota nove W ci sono anche gli Atlanta Hawks, che erano impegnati alla Philips Arena contro i Bucks. Determinante, nell’economia del match, è un secondo quarto dominato dai padroni di casa (9-31), anche se bisogna sottolineare come Milwaukee, a cavallo della metà del quarto periodo, riescono a ricucire fino al -3, per poi mollare nel finale. Solita prova di squadra per Atlanta, con Millsap in evidenza (21+8 rimbalzi); nei Bucks, bene Antetokounmpo (26+15 rimbalzi e 7 assist) e Parker (23+8 rimbalzi).

La schiacciata decisiva di Westbrook, che posterizza Capela e regala la W ad OKC sui Rockets (foto da: slamonline.com)

Tornano con un record positivo i Boston Celtics, ok al TD Garden con i Mavericks. La sfida si decide negli ultimi minuti, con Isaiah Thomas autore di un quarto periodo eccezionale, mettendo a referto 22 dei suoi 30 punti totali negli ultimi 12′ (oltre a 6 assist). Bene anche Bradley (18+13 rimbalzi), mentre per i texani si mettono in luce Barnes (28) e Matthews (22). I Knicks dominano a lungo al MSG contro i Pistons, ma rischiano nel finale, risolvendo la situazione negli ultimi istanti. Fondamentale, ancora una volta, è la prova del duo Porzingis (35+7 rimbalzi)-Anthony (22); nelle fila degli ospiti, non bastano Caldwell-Pope (21) e Harris (19+10 rimbalzi).

Realizzando 22 punti su 30 totali nel solo quarto periodo, Isaiah Thomas ha guidato Boston al successo su Dallas (foto da: foxsports.com)

Tornano a vincere i Nuggets, che sconfiggono al Pepsi Center i Suns. Una partita guidata in scioltezza da Denver, trascinata da Wilson Chandler (28+11 rimbalzi), Kenneth Faried (20+15 rimbalzi) e Danilo Gallinari (18); ai Suns non bastano Brandon Knight (32) e Devin Booker (24). Successo anche per i Magic, che ricevevano all’Amway Center i Pelicans, con Davis tenuto in panchina. Nonostante ciò, New Orleans se la gioca praticamente fino alla fine, grazie a Terrence Jones (26+9 rimbalzi). Per i Magic, i migliori sono Ibaka (16+8 rimbalzi), Fournier (16) e Vucevic (10+14 rimbalzi). Infine, al Wells Fargo Center di Philadelphia, i Sixers ospitavano i Wizards. I padroni di casa, nel corso della partita, si trovano a comandare anche di 22 lunghezze, salvo dover resistere al rientro degli avversari che, ad un minuto dalla fine, si portano a 3 lunghezze di distanza. Ma la W, seconda stagionale, va a Phila. Senza Embiid, il migliore è Okafor (19); ai Capitolini non bastano Wall (27+6 assist) e Morris (19).

Con una prestazione da 28+11 rimbalzi, Wilson Chandler ha condotto i Nuggets alla vittoria su Phoenix (foto da: sportsinquirer.com)

Di seguito, il riepilogo della nottata NBA:

WASHINGTON WIZARDS (2-8) @ PHILADELPHIA 76ERS (2-9) 102-109

NEW ORLEANS PELICANS (2-10) @ ORLANDO MAGIC (5-7) 82-89

CLEVELAND CAVALIERS (9-2) @ INDIANA PACERS (6-6) 93-103

DALLAS MAVERICKS (2-8) @ BOSTON CELTICS (6-5) 83-90

DETROIT PISTONS (6-6) @ NEW YORK KNICKS (5-6) 102-105

MILWAUKEE BUCKS (5-5) @ ATLANTA HAWKS (9-2) 100-107

HOUSTON ROCKETS (6-5) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (7-5) 103-105

GOLDEN STATE WARRIORS (9-2) @ TORONTO RAPTORS (7-4) 127-121

PHOENIX SUNS (3-9) @ DENVER NUGGETS (4-7) 104-120

MEMPHIS GRIZZLIES (6-5) @ LOS ANGELES CLIPPERS (10-2) 111-107

SAN ANTONIO SPURS (9-3) @ SACRAMENTO KINGS (4-8) 110-105

*Tra parentesi, i record delle varie squadre. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo