Napoli-Verona 1-1, post-partita Spalletti: “Si poteva fare qualcosa in più ma la squadra mi è piaciuta. Inutile cercare alibi”

Ancora una volta il Verona si dimostra la bestia nera del Napoli. I partenopei non vanno oltre il pareggio nel match contro gli scaligeri e realizzano il secondo pari del campionato. Le parole di Luciano Spalletti nella consueta conferenza post-gara.

Il Napoli riparte dall’anno scorso. Quel pari funesto contro il Verona impedì al Napoli di qualificarsi alla Champions League. Stesso risultato anche stasera. Un 1-1 che va molto stretto agli azzurri dopo l’unico pareggio fino a quel momento, contro la Roma per 0-0. I partenopei hanno perso l’occasione di avanzare sul Milan ed Inter, che stasera giocano il derby.

Il Napoli ha fatto quasi il massimo, ha ammesso Luciano Spalletti. Si poteva fare qualcosa in più ma il Verona sta facendo davvero bene. La cura Igor Tudor ha dato i suoi frutta e gli scaligeri lo hanno dimostrato. A questo si aggiunge anche un super Simeone, che oggi ha segnato l’ennesimo gol. Una buona partita da parte del Napoli a cui si aggiunge la sfortuna. Sono stati ben due i legni che i partenopei hanno preso nel primo e nel secondo tempo.

A far discutere sono state anche le decisioni dell’arbitro Ayroldi che non sono state condivise. Il direttore di gara ha arbitrato all’inglese, fischiando davvero poco, nonostante le due espulsioni nel Verona. Inoltre, dei sei minuti di recupero ne sono stati giocati solo cinque. Le decisioni dell’arbitro di Molfetta non sono andate giù al Napoli. Un fallo dubbio c’era anche ai danni di Osimhen. Spalletti è stato il primo a parlarne.

L’allenatore ha chiesto al quarto uomo che lo ha rassicurato sul fatto che era stato visionato al VAR e che non ci fosse. Inutile mettere sul tavolo l’alibi dell’arbitraggio, nel secondo tempo è mancato qualcosa al Napoli per poterla vincere. Il nervosismo era palpabile: anche tra i due allenatori. Tutto chiarito, però, semplice goliardia.

A contribuire è stato sicuramente anche la fatica della coppa. Il Napoli ha giocato una trasferta abbastanza complessa contro il Legia Varsavia. La fatica non è stata ancora smaltita del tutto e questo può aver contribuito alla battuta d’arresto del Napoli.

Nulla da recriminare, però, l’allenatore è soddisfatto dei suoi giocatori. A fare la differenza, ha ammesso il tecnico, è le sensazione che hai e la voglia che ti determina una partita. Non c’è una mentalità generale, la gara di deve determinare di volerla vincere sempre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione