Napoli, tempi di recupero infortunio Osimhen: out 3 mesi, torna nel 2022

L’intervento allo zigomo sinistro, effettuato dal professor Tartaro, è andato a buon fine. Osimhen torna nel febbraio 2023 e salta il big match contro il Milan.

Intervento riuscito, ma la prognosi non è confortante. Victor Osimhen, operato oggi allo zigomo sinistro dal professor Tartaro nella clinica Ruesh di Napoli, non ha riportato complicazioni, ma dovrà stare fermo tre mesi, privando il Napoli e la Nigeria (impegnata in Coppa d’Africa) di una pedina fondamentale fino a febbraio.

Osimhen aveva riportato fratture multiple nella parte sinistra del viso a seguito di uno scontro da gioco nella sfida di domenica sera contro l’Inter, tale da consigliare l’utilizzo di una mascherina protettiva nelle gare che sarebbero seguite. L’èquipe medica del professor Tartaro predica invece prudenza, e ordina un riposo precauzionale di tre mesi, come annuncia il comunicato diramato dalla società partenopea:

uesto il comunicato del club azzurro: “Victor Osimhen è stato operato questa mattina dal Prof. Tartaro, coadiuvato dal dott. Mario Santagata ed alla presenza del dott. Canonico, per un intervento di riduzione e contenzione delle fratture pluriframmentarie e scomposte dell’osso malare, dell’arco e del pomello zigomatico, del pavimento e della parete laterale dell’orbita, e della diastasi della sutura fronto-zigomatica. La sintesi dei monconi ossei è stata fatta tramite placche e viti in titanio. Il giocatore sta bene e resterà in osservazione per qualche giorno. La prognosi è stimata in circa 90 giorni”.

Buone notizie per il Napoli: Osimhen è guarito dal Coronavirus

Questo vuol dire che Osimhen salterà sia il big match contro il Milan, in programma il 19 dicembre, sia la Coppa d’Africa con la Nigeria. Un’assenza pesante, visto che l’attaccante nigeriano, con nove gol, risulta essere il miglior realizzatore della squadra azzurra.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€