Napoli-Lazio, prepartita Spalletti: “Sono io sotto esame, non i calciatori. Lazio ottima squadra ma non dobbiamo farci prendere dal nervosismo”

Dopo la sconfitta contro lo Spartak Mosca, il Napoli dovrà affrontare la Lazio di Maurizio Sarri in campionato. Gara molto delicata per gli azzurri che hanno perso il big match contro l’Inter. Luciano Spalletti ha parlato nella consueta conferenza alla vigilia della sfida.

Il Napoli ha bisogno di una reazione. Le due sconfitte consecutive con Inter in campionato e l’ultima, mercoledì, contro lo Spartak Mosca hanno interrotto un cammino che era stato perfetto. L’avversario di domani sera, però, non è altrettanto semplice. Al Maradona arriva la Lazio dell’ex allenatore azzurro, Maurizio Sarri. Un ritorno molto nostalgico per l’allenatore toscano che affronterà il suo conterraneo.

La responsabilità della sconfitta, ha ammesso Spalletti, è la sua, non della squadra. Chi è costantemente sotto esame è solamente il mister, non i giocatori. La rosa è di livello ma il Napoli dovrà continuare il suo cammino senza lasciare spazio al nervosismo, che si è avvertito nelle ultime uscite. La partita di domani, però, sarà anche importante per l’intero popolo napoletano. Ad un anno di distanza dalla scomparsa di Diego Armando Maradona, ci sarà la presentazione della statua a lui dedicata.

Un giocatore immenso, che è stato amato dal popolo napoletano ma anche da ogni appassionato di calcio. La vittoria sarebbe anche in suo onore ma i giocatori devono mettercela tutta per fermare una Lazio che sta facendo molto bene in campionato. I biancocelesti sono tra le sette squadre che lottano per lo scudetto ma il Napoli deve continuare con la sua evoluzione.

Le squadre di Sarri hanno sempre una grande organizzazione e riescono ad incastrare le squadre nella sua ragnatela di passaggi. Sarà, dunque, una partita di livello. Non si può non nascondere l’emergenza in attacco, con l’assenza di Osimhen. L’attacco azzurro, però, non manca di certo di grandi sostituti. Tra questi c’è Petagna che, in Russia, anche se non in gol, ha offerto l’assist al bacio per Elmas che ha dimezzato lo svantaggio iniziale.

L’attacco sarà affidato nelle mani di Mertens ed il Napoli dovrebbe recuperare anche Politano così come anche Demme, entrambi guariti dal Covid. Qualche frecciatina ancora rivolta a Rui Vitoria, tecnico dello Spartak ,che non ha streto la mano al mister ad inizio gara. Questo retroscena, però, è già acqua passata. Ciò che conta è la sfida contro i biancocelesti che è una vera e propria rinascita per i partenopei.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione