Napoli, clamoroso: Sarri sarebbe pronto a dimettersi

Il presidente De Laurentiis ha scaricato a parole Sarri, che sarebbe pronto addirittura a dimettersi pur di liberarsi dal Napoli e trovare una nuova panchina e allenare un altro club 

E’ guerra totale tra Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri, la cui storia d’amore con il Napoli è destinata a concludersi con due anni d’anticipo. Questo sempre il verdetto che, dopo l’addio definitivo, anche se solo virtuale, al sogno Scudetto, ormai vinto dalla Juventus per il settimo anno consecutivo, dovrebbe rivelarsi da qui a qualche settimana. 

Da mesi ormai si parla della trattativa per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2020 e delle reticenze di Sarri nel prolungare l’accordo con De Laurentiis, arrivato ad offrire addirittura 3,5 milioni di euro netti a stagione pur di convincere il tecnico toscano a continuare il ciclo. 

In realtà, non si è mai arrivati davvero a parlare del progetto con Sarri, visto che ha sempre voluto posticipare la sua decisione al termine dell’attuale stagione, forte anche delle tante offerte pervenute, sia in Italia che all’estero, soprattutto da Francia e Inghilterra, con Monaco e Chelsea a fare carte false pur di puntare su di lui. 

Fonte immagine: Facebook

Poi, però, l’aver visto sfumare lo Scudetto ancora una volta sembra aver scosso definitivamente il presidente, che si è lasciato andare a dichiarazioni pubbliche certamente molto velenose nei confronti del proprio allenatore, individuandolo come il vero colpevole dell’obiettivo non raggiunto, a causa della sua incapacità di puntare su un maggior numero di giocatori in rosa. 

Parole che hanno colpito profondamente l’animo di Sarri, pronto anche a dimettersi pur di liberarsi dal Napoli non permettendo a De Laurentiis di bloccarlo, forte di una clausola di rescissione pari a 8 milioni di euro presente nel contratto dell’allenatore, che il presidente ha fatto capire di volere che venga esercitata per lasciarlo partire. 

A questo, poi, si aggiunge la conferma di Sarri dopo il pareggio contro il Torino, facendo capire che, in realtà, non solo ci sarebbe una clausola di rescissione molto inferiore, probabilmente pari a 2,5-3 milioni di euro, che il Napoli può esercitare per rescindere non consensualmente il contratto, ma allo stesso tempo evidenziando la fine del ciclo e la volontà di pensare al proprio futuro. 

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia