Napoli-Atalanta 2-3, post-partita Spalletti: “Deluso per la sconfitta. Nelle prossime partite vogliamo ripagare l’entusiasmo dei tifosi”

Il Napoli cade in casa per 3-2 contro l’Atalanta. Gli orobici hanno la meglio sugli azzurri che, nonostante le numerose assenze, riescono a tenere testa a una Dea straripante dal punto di vista fisico. Luciano Spalletti ha parlato al termine della partita.

Arriva il primo KO casalingo per il Napoli. Dopo il mezzo passo falso col Sassuolo, il club partenopeo perde in casa contro l’Atalanta, una delle squadre più in forma del campionato. Con questa vittoria le squadre sono tutte appaiate. Il Milan capolista, dietro c’è l’Inter e poi il Napoli con l’Atalanta, che con i tre punti, guadagna terreno. Una vittoria ancora più sofferta per Luciano Spalletti che, per via della squalifica, non è potuto stare in panchina.

La squadra ha fatto una buonissima partita per il mister e non era facile viste le numerose assenze. Tra queste quella del Comandante Koulibaly è stata sicuramente la più determinante. Il senegalese guidava la difesa ma Juan Jesus e Rrahmani hanno comunque fatto un buon lavoro. Nulla hanno potuto gli estremi difensori contro un’Atalanta che lottava su qualsiasi pallone arrivasse.

Si poteva fare meglio, c’è molto rammarico anche per le diverse occasioni sprecate per il pareggio finale. Con l’entrata di Ounas la partita si è accesa così come anche con Petagna ma lo sprint è arrivato quando ormai il calo fisico era evidente. Come se non bastasse anche Lobotka ha avuto un piccolo infortunio che non dovrebbe essere grave. Continua il calvario azzurro per quanto riguarda i giocatori ai box durante le partite.

Gli elogi Spalletti li fa anche all’Atalanta. Gian Piero Gasperini, che è stato eletto come l’allenatore del mese, ha dato una grande identità alla sua squadra. Il pubblico, nonostante il risultato, ha comunque applaudito la squadra che ha dato il massimo. Il loro entusiasmo non è stato pagato ma resta comunque l’affetto e la vicinanza alla squadra. Nelle prossime partite, l’allenatore vorrà togliersi delle soddisfazioni.

Il Napoli, comunque, ci ha messo grinta e cuore ma alla fine non è bastato. L’unica cosa che si può fare adesso è quello di archiviare la sconfitta e di pensare già alla prossima che è in Europa League contro il Leicester prima di ritornare al Maradona contro l’Empoli.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione