Napoli-Atalanta 2-2, dichiarazioni post-partita Ancelotti: “Penalizzati fortemente, il rigore per noi era palese”

Termina 2-2 il match tra Napoli e Atalanta valido per la decima giornata di Serie A. Per gli ospiti il doppio pareggio siglato prima da Freuler poi da Ilicic annulla il vantaggio azzurro firmato da Maksimovic e Milik. 

Un Carlo Ancelotti molto amareggiato ha così analizzato il match nel post-partita: “La squadra ha giocato davvero bene e meritava un risultato diverso da questo. Nel secondo tempo abbiamo avuto pieno controllo del match. L’arbitraggio, però, ci ha penalizzati. L’ho visto come un vero e proprio attacco alla mia professionalità, alla mia società e ai miei calciatori. Preferisco parlare il meno possibile”. Tecnico che ha focalizzato poi la propria attenzione sull’episodio incriminato: “Penso non ci sia nemmeno da discutere su questo intervento: il difensore si disinteressa completamente del pallone, va solo sull’uomo, è fallo evidente”. 

ancelotti napoli

Tecnico che in questo parapiglia di rigore non concesso e gol ha rimediato anche un rosso: “L’arbitro mi ha chiesto un aiuto a mettere un po’ di tranquillità, nel frangente in cui mi si è avvicinato gli ho chiesto se avesse almeno un dubbio sulla decisione da lui presa, ma senza rispondere mi ha buttato fuori”. Immancabile, infine, un’analisi sui singoli: “Milik è un patrimonio per questa società, non a caso sono in costante contatto le parti con l’intento di voler prolungare il contratto. Fabian ha giocato molto bene, stesso discorso per Zielinski, che in fase di pressing si è superato”. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi