MotoGP, Valentino Rossi: “Assen fondamentale per capire se la strada intrapresa sia quella giusta”

Il momento vissuto da Valentino Rossi, e più in generale dalla Yamaha, non è di certo tra i più semplici. Il Dottore, dopo aver assaporato la vetta della classifica dopo la gara di Austin, è incappato in una serie di risultati non proprio all’altezza, che l’hanno fatto sprofondare in 5° posizione, a -28 dal leader Maverick Vinales.

Valentino Rossi, impegnato durante la due giorni di test a Barcellona della scorsa settimana (foto da: motogp.com)

Un 4° posto al Mugello come miglior risultato, accompagnato da un 8° ed un 10° posto rispettivamente a Barcellona e a Jerez, con anche una caduta all’ultimo giro a Le Mans, nella gara dove Rossi è stato maggiormente competitivo, contendendo la vittoria al compagno di box fin quasi all’ultimo metro. Se si eccettua questa circostanza e la gara toscana, con il pilota Yamaha debilitato dalla caduta in allenamento la settimana prima, il leit-motiv è stato una M1 altamente problematica, in particolare nelle piste con poco grip ed alte temperature.

Un mix finora rivelatosi letale per la moto di Iwata e i suoi piloti, che hanno provato a trovare delle contromisure negli ultimi test disputati al Montmelò, in particolare al fastidiosissimo spinning al posteriore, che conduce ad un anomalo ed esagerato consumo dello pneumatico appunto posteriore. In vista di Assen, Valentino Rossi spera che la squadra sia riuscita finalmente ad imboccare la strada giusta: “Sono contento di andare ad Assen, specialmente dopo i due giorni di prove che abbiamo fatto a Barcellona, dopo una gara deludente. Durante il test abbiamo provato diverse soluzioni interessanti e non vedo l’ora di valutarle su un circuito diverso, in modo da capire se stiamo andando nella direzione giusta“, ha detto Valentino a Motorsport.com.

Quello del Gran Premio d’Olanda è sempre un grande weekend, perché Assen è una pista molto bella, con una cornice di pubblico fantastica. Spero di essere competitivo, perché mi piacerebbe riuscire a fare una bella gara“, ha concluso il nove volte Campione del Mondo.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo