MotoGP, Test 2017 Sepang Day-2. Iannone: “Bene, ma la moto dovrà cambiare per il Qatar”

Andrea Iannone ha ottenuto il miglior tempo nella seconda giornata di test collettivi a Sepang. Il pilota di Vasto, con un crono di 1:59.452, si è issato nel finale in cima alla classifica, distanziando di 4 decimi la coppia spagnola Vinales-Bautista. Iannone si è detto soddisfatto, anche se ha indicato ai suoi meccanici un particolare della moto che, a suo dire, dovrà essere modificato prima del Qatar.

Andrea Iannone, durante i test di oggi, 31 Gennaio 2017 (foto da: ultimatemotorcycling.com)

Abbiamo lavorato molto sulle gomme e ho fiducia nel nostro metodo di lavoro e nel team” – dice Iannone – “Hanno lavorato tanto quest’inverno, portando molte novità, piccoli aggiornamenti. La moto va forte sia in rettilineo, dove facciamo buone velocità di punta, che in curva. Il motore, sinceramente, è l’ultimo dei problemi“.

Non riesco ancora a sfruttare la moto al 100%” – sottolinea il centauro italiano – “Devo ancora imparare tante cose, capire bene il limite perché mi permette di fare cose che non potevo fare con la Ducati, e alle quali non ero abituato. In alcune aree il limite con la mia vecchia moto era più vicino. Ora invece è così lontano che non riesco ancora ad abituarmi. A volte chiudo gli occhi perché penso di non poter fare una certa cosa, invece la GSX-RR mi permette di farla senza problemi. Questo è merito del telaio che abbiamo“.

Con tre moto a disposizione, abbiamo fatto molti confronti, iniziando a lavorare sugli assetti solo nel pomeriggio” – conclude Iannone, che poi rivela – “Al momento, comunque, ho una priorità che il team deve risolvere. E’ un punto che loro conoscono e ne ho già parlato con loro. Per me è fondamentale, sto spingendo molto su questo ed è importante arrivare in Qatar avendolo risolto“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo