MotoGP, Suzuki 2017: le parole di Andrea Iannone

A margine della presentazione della nuova Suzuki, la GSX-RR 2017, avvenuta stamani a Sepang, Malesia, hanno chiaramente preso la parola i due nuovi piloti del team della Casa di Hamamatsu, ovvero Andrea Iannone ed Alex Rins.

Andrea Iannone, nuovo pilota del Suzuki Team Ecstar (foto da: moto.it)

Ecco le parole del pilota di Vasto: “Il mio inverno è stato positivo, mi sono sempre allenato e sono contento di tornare al lavoro in pista. Sono motivato ed ottimista, avendo un grande team e una grande casa alle spalle. La nuova moto mi ha dato subito un’ottima impressione, con una gran percorrenza di curva, che è forse anche dei miei punti di forza. La nostra speranza è di essere competitivi sempre, nell’arco della stagione“.

Questo primo test serve per fare chilometri e familiarizzare con la moto” – prosegue Iannone – “Per me è tutto nuovo, sia quella che la squadra, quindi dobbiamo cercare di diventare più amici possibile. Poi è importante anche riuscire a dare delle indicazioni sul lavoro che è stato fatto a casa. Non so se riusciremo ad essere competitivi come la seconda metà della scorsa stagione. Io sono in forma e penso di aver dimostrato di poter essere un pilota competitivo e capace di vincere. Il nostro primo pensiero dev’essere quello di settare la moto al meglio, di modo che il mio feeling con la moto diventi perfetto. Tutto il resto arriverà di conseguenza“.

Su Rins: “E’ un pilota di talento, molto forte. Sono contento che sia il mio compagno di squadra, perché credo che abbia buone possibilità di farsi un nome in MotoGP. Spero di essergli d’aiuto e che possa imparare il prima possibile, perché sarà molto importante per velocizzare lo sviluppo della moto. Quando hai due piloti più o meno sullo stesso livello, puoi dividere il lavoro e migliorare molto più velocemente. Però ovviamente deve avere il suo tempo, perché è solo al primo anno in MotoGP“.

Conclude Andrea: “Non voglio tornare sul passato. Dico solo che non sentivo la necessità di cambiare aria. Alla fine ho scelto l’opzione che mi ha convinto di più, per la prima volta nella mia carriera sono stato messo al centro di un progetto. Perciò ho scelto la Suzuki, anche con tutti i rischi che comporta una simile decisione. Detto sinceramente, comunque, mi sento tranquillo“.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SNAI

5€ Bonus Scommesse alla Registrazione

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo