MotoGP, GP Brno 2019: le dichiarazioni di Rossi e Vinales

Dopo una prima parte di stagione in affanno con appena 80 punti racimolati in nove gare (mai così male in carriera prima della sosta estiva, ndr), per Valentino Rossi l’imperativo è ritrovare la competitività smarrita in sella alla M1:

Durante la pausa ho avuto la possibilità di rilassarmi e di ricaricarmi per poter tornare ancora più carico qui a Brno. La nostra prima parte di stagione è stata molto difficile: non abbiamo ottenuto grandi risultati e la mia confidenza con la Yamaha non è stata ottimale. La competitività di Vinales e Quartararo? Da Jerez in poi hanno dimostrato di essere davvero forti, confermando la bontà della nostra moto. Dobbiamo lavorare per arrivare anche noi a quei livelli di prestazione. Ritiro? Si sono scritte tante cose ma la realtà è che ho un contratto con Yamaha fino al 2020, per cui dopo quest’anno correrò in MotoGP anche l’anno prossimo“.

Valentino Rossi impegnato durante il circuito del Sachsenring in Germania.
Fonte: Twitter Rossi

Chi, invece, vola sulle ali dell’entusiasmo è Maverick Vinales, reduce da un primo e da un secondo posto nelle ultime due gare:

I risultati delle ultime gare ci infondono tantissima energia. La sosta è stata molto lunga e mi ha permesso di preparare al meglio i prossimi GP che per noi saranno un banco di prova molto importante per comprendere quanto siamo cresciuti. Fisicamente mi sento al top della forma e Brno è uno dei miei circuiti preferiti. Da qui fino a fine stagione dobbiamo dimostrare su pista tutto il potenziale della nostra moto“.

Vinales in prova sul circuito del Sachsenring, in Germania.
Fonte:Twitter Vinales