MotoGP Austria 2017 – Anteprima ed Orari Diretta TV

Non c’è pausa per il Motomondiale. Appena il tempo di mandare agli archivi il Gran Premio di Repubblica Ceca e la successiva giornata di test svoltasi a Brno che si è subito pronti a riscendere in pista, per l’appuntamento del Red Bull Ring, valido come 11.esima prova stagionale nonchè come 26.esima edizione del Gran Premio d’Austria. In Repubblica Ceca il flag-to-flag ha premiato ancora una volta Marc Marquez, al terzo successo stagionale e tornato nelle vesti di favorito principale per il titolo, e la Honda, che ha mostrato capacità strategiche superiori alla concorrenza, piazzando anche Dani Pedrosa in 2° posizione. Yamaha e Ducati, dal canto loro, sono uscite rinfrancate dalla giornata di test di ieri e punteranno al riscatto. Nelle altre categorie, Franco Morbidelli è chiamato a rispondere alla vittoria di Luthi a Brno, mentre in Moto3 sarà ancora Joan Mir contro tutti.

Vista dall’alto del Red Bull Ring, dalla quale si nota anche gran parte del layout (foto da: f1madness.co.za)

MOTOGP AUSTRIA 2017 – IL CIRCUITO DEL RED BULL RING

Il Red Bull Ring è un circuito situato nel land della Stiria, nelle vicinanze del comune di Spielberg bei Knittelfeld. Erede del famoso Österreichring, il tracciato attuale deriva il suo layout dalla massiccia opera di ammodernamento che il vecchio tracciato ha subito tra il 1995 ed il 1996, che ne ha ridotto la lunghezza dai 5.942 metri originari ai 4.326 metri attuali. Il circuito è composto da 9 curve, delle quali 7 a destra e 2 a sinistra. Il rettilineo di partenza occupa all’incirca il 70% di quello originario, con la prima curva (Castrol) posta in cima allo scollinamento. I piloti affrontano poiun tratto veloce e semi-rettilineo, che porta ad una secca staccata in salita, (Remus Kurve), ovvero un lento tornantino a destra. Dopo un altro tratto veloce, si arriva ad un altro tornante a destra, stavolta in discesa (Gösser, prima conosciuto come Bosch Kurve), seguito da una veloce piega a destra che porta alle uniche due curve a sinistra della pista (Rauch e Würth). Dopo il cambio di direzione a destra in salita di curva 7 (ex Texaco) e un rettilineo caratterizzato da uno scollinamento, si arriva alle ultime due curve del tracciato, entrambe a destra e in discesa, ovvero sia la Jochen Rindt e la A1, dopo la quale si torna sul rettilineo dei box.

MOTOGP AUSTRIA 2017 – IL PRONOSTICO

Brno ci ha consegnato un Marc Marquez più in forma che mai, ben spalleggiato da una Honda ben funzionante soprattutto a livello di team. Forte di due vittorie consecutive e della leadership in campionato, il nativo di Cervera sbarca al Red Bull Ring nelle vesti di favorito, non foss’altro per la sua capacità di sopperire alle mancanze della RC213V con il suo enorme talento. Vero, lo scorso anno in Austria Marc fatico un bel pò; ma lo spagnolo è giunto ad un livello di maturazione tale da renderlo pericolosissimo su qualunque circuito e in ogni condizione, tanto da mettere gli avversari nella condizione di non poter più sbagliare nulla.

Si presenta in Austria con ottime credenziali ovviamente anche la Ducati, autentica dominatrice un anno fa, con la splendida doppietta Iannone-Dovizioso. Il forlivese, 3° in classifica a -21 da Marquez, coltiva fondate speranze di ridurre il gap dalla vetta e di centrare il terzo sigillo stagionale, con una GP17 che dovrebbe adattarsi alla perfezione ai rettilinei e ai saliscendi del circuito di Spielberg. Voglia di riscatto in casa Yamaha, dopo la non bella figura, principalmente dal punto di vista strategico, rimediata in Repubblica Ceca. Forti degli ottimi riscontri della giornata di test svoltasi nel lunedì post gara a Brno, sia Valentino Rossi che Maverick Vinales, rispettivamente a -22 e a -14 da Marquez, cercheranno di andare all’attacco in Austria e di riassaporare una vittoria che, nel caso dell’italiano, manca da Assen, mentre per lo spagnolo si parla addirittura di Le Mans.

Non va minimamente sottovalutato anche Dani Pedrosa, 5° in graduatoria a -31 dal compagno di box. Se si eccettuano il ritiro del Mugello e il 13° posto di Assen il catalano ha ottenuto sei podi nelle ultime otto gare. La prestazione di Brno, poi, ottenuta in condizioni che spesso e volentieri l’hanno messo in difficoltà, è segno di un Pedrosa davvero in forma e pronto a giocarsi le sue carte. Passando agli outsider, vanno considerati sicuramente Jorge Lorenzo, Cal Crutchlow, i due del Tech 3, Johann Zarco e Jonas Folger, oltre al nostro Danilo Petrucci, che come il maiorchino potrebbe e dovrebbe sfruttare una Ducati che ben si dovrebbe adattare al circuito austriaco.

AUSTRIA 2017 – PRONOSTICO MOTO2 E MOTO3

Franco Morbidelli vs Thomas Luthi. Questo è il leit-motiv della Moto2, ancor di più dopo l’esito a sorpresa della gara di Brno, con lo svizzero capace di vincere e di recuperare la metà del distacco che lo separava dall’italo-brasiliano, che adesso si trova a gestire 17 punti di margine. Morbidelli si trova a dover reagire da par suo all’assalto di un rivale che fa della regolarità (caduta al Sachsenring a parte) il suo cavallo di battaglia. Attenzione anche al duo formato da Alex Marquez e da Miguel Oliveira, in classifica a -49 dal nativo di Roma. Per quanto riguarda gli altri italiani, Mattia Pasini è chiamato a rifarsi dopo la caduta in terra ceca, mentre i vari Bagnaia, Marini e Corsi avranno di certo l’opportunità per ben figurare.

In Moto3 Joan Mir sembra ormai indirizzato verso una cavalcata trionfale, in direzione titolo mondiale. Il portacolori del team Leopard Racing, con la vittoria di forza (la sesta stagionale) ottenuta a Brno ha dato l’ennesima prova del suo talento, superiore alla concorrenza in qualsiasi condizione. Ragion per cui Mir si presenta anche in Austria come favorito d’obbligo. Proveranno a mettergli i bastoni tra le ruote in primis il nostro Romano Fenati, a -42 in classifica e reduce da quattro 2° posti di fila (tre dei quali alle spalle di Mir). Dovrà darsi da fare per riaprire il discorso anche Aron Canet, ancor più indietro di Fenati in classifica (-64). Passando al resto della folta pattuglia azzurra, il desiderio principale sarà quello di cancellare un weekend come quello ceco, costellato di errori e di delusioni.

MOTOGP AUSTRIA 2017 – METEO ED ORARI TV

Per quel che riguarda il meteo previsto nel weekend austriaco, non si comincia con il piede giusto, poichè per tutta la giornata di venerdì sono previsti rovesci, anche a carattere temporalesco, con temperature sui 16 C°. La situazione migliora però già sabato, con cielo parzialmente nuvoloso e temperature che, al momento delle qualifiche, potranno raggiungere i 22 C°. Cielo sereno o poco nuvoloso per la giornata di domenica, con temperature tra i 22 ed i 25 C°. Passando agli orari TV, il Gran Premio d’Austria sarà visibile in diretta sia su Sky Sport MotoGP HD che su TV8, come accaduto per Brno.

MOTOMONDIALE AUSTRIA 2017 SKY (DIRETTA)

Venerdì 11/08/2017

PL1 Moto3 09:00-09:40
PL1 MotoGP 09:55-10:40
PL1 Moto2 10:55-11:40
PL2 Moto3 13:10-13:50
PL2 MotoGP 14:05-14:50
PL2 Moto2 15:05-15:50

Sabato 12/08/2017

PL3 Moto3 09:00-09:40
PL3 MotoGP 09:55-10:40
PL3 Moto2  10:55-11:40
Qualifiche Moto3 12:35-13:15
PL4 MotoGP 13:30-14:00
Q1 MotoGP  14:10-14:25
Q2 MotoGP  14:35-14:50
Qualifiche Moto2 15:05-15:50

Domenica 13/08/2017

Warm Up Moto3 08:40-09:00
Warm Up Moto2 09:10-09:30
Warm Up MotoGP   09:40-10:00
Gara Moto3 11:00
Gara Moto2 12:20
Gara MotoGP 14:00
Race Anatomy MotoGP 19:00

MOTOMONDIALE AUSTRIA 2017 TV8 (DIRETTA)

Sabato 12/08/2017

Studio MotoGP 11:00
Qualifiche Moto3 12:35-13:15
PL4 MotoGP 13:30-14:00
Q1 MotoGP  14:10-14:25
Q2 MotoGP  14:35-14:50
Qualifiche Moto2 15:05-15:50
Studio MotoGP 15:50

Domenica 13/08/2017

Studio MotoGP 10:00
Gara Moto3 11:00
Studio MotoGP 12:00
Gara Moto2 12:20
Studio MotoGP 13:20
Gara MotoGP 14:00
Studio MotoGP 15:10

MOTOGP AUSTRIA – ALBO D’ORO (SOLO 500/MOTOGP)

Il Gran Premio d’Austria, come detto in apertura, giunge quest’anno alla sua 26.esima edizione. Per la quarta volta sarà il circuito di Spielberg ad ospitare l’evento, nelle prime due occasioni come A1-Ring e nelle ultime due come Red Bull Ring. In precedenza, 22 volte il Gran Premio è stato ospitato dal circuito del Salzburgring. Bisogna sottolineare il fatto che in tre occasioni l’evento, pur previsto in calendario, non si è disputato. Nel 1980 fu la neve a bloccare tutto, mentre nel 1992 e nel 1995 la gara venne cancellata. I piloti più vincenti nella storia del Gran Premio d’Austria sono Giacomo Agostini e il compianto Angel Nieto, entrambi con 6 vittorie.

(1971) – Salzburgring – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1972) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1973) – ” ” – Jarno Saarinen (FIN, Yamaha)

(1974) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, Yamaha)

(1975) – ” ” – Hideo Kanaya (JPN, Yamaha)

(1976) – ” ” – Barry Sheene (GBR, Suzuki)

(1977) – ” ” – Jack Findlay (AUS, Suzuki)

(1978) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1979) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1980) – ” ” – Non disputato causa neve

(1981) – ” ” – Randy Mamola (USA, Suzuki)

(1982) – ” ” – Franco Uncini (ITA, Suzuki)

(1983) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1984) – ” ” – Eddie Lawson (USA, Yamaha)

(1985) – ” ” – Freddie Spencer (USA;,Honda)

(1986) – ” ” – Eddie Lawson (USA, Yamaha)

(1987) – ” ” – Wayne Gardner (AUS, Honda)

(1988) – ” ” – Eddie Lawson (USA, Yamaha)

(1989) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1990) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1991) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1993) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1994) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1996) – Spielberg – Alex Criville (SPA, Honda)

(1997) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(2016) – ” ” – Andrea Iannone (ITA, Ducati)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo