MotoGP 2018 Valencia, Marquez: “Ho commesso un errore e mi sono scusato con il team”

Non il modo migliore di chiudere un’annata comunque trionfale, coronata dal settimo titolo iridato di una carriera ancora in divenire e già fantastica. Nell’appuntamento conclusivo di Valencia, sotto il diluvio, Marc Marquez è stato costretto al ritiro a causa di un brutto volo in curva 9 mentre veleggiava in 3° posizione, alle calcagna di Andrea Dovizioso nel corso del 6° passaggio. Un high-side che fa il paio con la scivolata di ieri nella Q2, nel senso che, anche in questo caso, Marc si è toccato la spalla sinistra dopo essersi rialzato. Un problema che lo spagnolo proverà a risolvere con un’operazione chirurgica che si terrà il prossimo 3 Dicembre.

Marc Marquez si avvia deluso e dolorante verso i box, dopo la caduta che l’ha eliminato dalla contesa nel corso del Gran Premio della Comunitat Valenciana di oggi (foto da: motogp.com)

Tornando a Valencia, Marc si è assunto tutte le colpe della caduta, chiedendo scusa alla Honda: “La prima cosa che ho fatto quando sono arrivato al box è stata scusarmi con la squadra e con la Honda. E’ vero che sono il campione, ma sono in cerca della perfezione. Oggi, scegliendo la media, ho commesso l’errore più grave della stagione. Aveva smesso di piovere poco prima del via, e ho deciso di montare quel tipo di mescola da bagnato. E’ un aspetto dal quale imparare“.

Lo spagnolo parla dell’operazione e dei test che partiranno martedì: “Non so ancora come si svolgerà l’operazione, ma ho semplicemente chiesto ai dottori di poter essere pronto per il precampionato. Mi hanno detto che ci vorranno sei settimane per guarire completamente, ma spero siano cinque. I test? Dovremo essere precisi, ma non potrò girare a lungo. Le mie condizioni attuali non lo permettono“.

Oggi devo ammettere che mi è mancato lottare per il Mondiale. Non avevo la mentalità giusta” – conclude il nativo di Cervera – “Nonostante l’errore di oggi, però, questa resta una delle mie stagioni migliori. Ora avrò Lorenzo come compagno di box. Quando arrivi in un team come l’HRC, hai l’obbligo di stare davanti. Perciò penso che Jorge sarà sicuramente veloce“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo