MotoGP 2018 Aragòn, Rossi: “Le temperature alte potrebbero metterci in grossa difficoltà”

La Yamaha era andata alla pausa estiva con il sorriso, grazie al doppio podio di Valentino Rossi e Maverick Vinales al Sachsenring. Si sperava fosse il trampolino verso una crescita graduale, che però, a conti fatti, non c’è stata. Escludendo la gara annullata di Silverstone, il Dottore ha ottenuto un 4°, un 6° ed un 7° posto; Maverick un ritiro, un 12° ed un 5° posto. Troppo poco, con una vittoria che resta ancora una chimera. E il weekend di Motorland Aragòn non si preannuncia facile. Già non lo è di suo, visti gli ultimi precedenti. In più, ci si dovrebbero mettere le temperature, attese più che estive questo weekend.

Valentino Rossi osserva i dati nel box di Misano Adriatico (foto da: motogp.com)

VALENTINO ROSSI –Questa è una pista storicamente difficile per me, dove faccio fatica; non una delle mie preferite. Anche se devo dire che, negli ultimi anni, ho sempre fatto delle gare abbastanza buone. Come l’anno scorso quando, pur rientrando dall’infortunio alla gamba, ero andato forte. Le previsioni sono buone per tutti e tre i giorni e, anche se fa molto caldo, la pista può migliorare e ci può aiutare. Dobbiamo cercare di fare il massimo“, ha sottolineato Valentino.

Ripeto, è positivo che le previsioni parlino di tre giorni di sole, visto che la pista si potrebbe gommare” – continua Valentino – “Con 34 gradi però sarebbe dura. Purtroppo non possiamo regolare la temperatura e dobbiamo prenderci quello che viene. Dobbiamo solo cercare di lavorare bene, perché tutti i weekend sono importanti per migliorare. Ancor di più su una pista difficile“.

Un motore a V anche per la Yamaha? Io non penso che ad Iwata abbiano intenzione di operare una scelta simile, almeno prima che io smetta di correre. Ma penso che non ci sia nessuna possibilità. La Yamaha rimarrà con il motore a quattro cilindri in linea“, conclude il nove volte Campione del Mondo.

MAVERICK VINALES –Sono molto felice di correre qui ad Aragòn. Per me sono speciali tutte le gare in Spagna, con tanti tifosi pronti a sostenerci. Per me questo è il mio secondo GP di casa e sappiamo di poter offrire una bella prestazione con la M1” – commenta Maverick – “E’ anche una delle mie piste preferite a livello di layout, e sono convinto di poter essere veloci. E’ molto importante rimanere concentrati e continuare a migliorare di gara in gara, in modo da settare al meglio la nostra moto“.

L’anno scorso su questa pista sono rimasto giù dal podio perché abbiamo avuto qualche problema con le gomme, ed è stata una gara difficile per noi” – prosegue Vinales – “Quest’anno invece voglio lottare per salire sul podio. Sono ottimista dopo il test che abbiamo fatto qui qualche settimana fa, e penso che abbiamo tutto per fare un buon lavoro“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo