Mondiali volley femminile, i risultati della prima giornata

Mondiali volley femminile, i risultati della prima giornata di gare: dopo i successi di Polonia e Olanda nelle gare inaugurali, si segnalano i successi di Stati Uniti e Brasile. Il Belgio vince nel girone dell’Italia, mentre la Turchia, battuta al tie-break dalla Thailandia, regala la prima “sorpresa”.

Sono scattati i Mondiali di volley femminile: già venerdì sera, le due nazioni ospitanti, Polonia e Olanda, si erano imposte nei rispettivi match contro Croazia e Kenya.

Wolosz e compagne hanno vinto 3-1 (25-19; 21-25; 25-23; 25-15) una partita tosta, contro una squadra che schierava la punta di diamante Samanta Fabris, ex Imoco, nel ruolo di opposta, oltre ad altre ottime giocatrici come Samadan, Butigan e Mlinar, tutte passate per il campionato italiano. La diagonale polacca, formata da Wolosz e Stysiak ha funzionato a meraviglia, permettendo all’opposta di Monza di mettere a terra 14 palloni, più un muro punto.

Mlinar e Rozanski sono state le due top scorer del match, ma i 16 punti messi a referto dall’ex di Perugia non sono bastati per garantire punti in classifica alle croate. Più facile il compito dell’Olanda, che si è sbarazzata del Kenya con un agevole 3-0 (25-11; 25-17; 25-11), mandando in doppia cifra tre giocatrici: Buijs (15), Daalderop (14) e Plak (11).

I risultati delle gare del sabato, cui si aggiungono i successi di Olanda e Polonia nelle gare d’esordio. Foto dall’account Twitter volleyballworld (@Volleyballworld)

Passando alle partite del sabato, oltre alla netta vittoria dell’Italia sul Camerun, che vi abbiamo raccontato ieri, si registrano i successi di USA e Brasile. La squadra di Kiraly, guidata da Frantti (14), Drews (13) e Robinson (12) ha battuto il Kazakistan 3-0 (25-16; 25-13; 25-22), facendo i conti con una Tatyana Nikitina, opposta che gioca in patria, nello Zhetysu, unica giocatrice ad andare in doppia cifra tra le asiatiche.

Ha dovuto faticare un po’ di più il Brasile di Ze Roberto, che ha ceduto un set alla Repubblica Ceca (25-20; 25-16; 22-25; 25-18), guidata da una scatenata Orvosova (18 punti con tre muri all’attivo). Top scorer dell’incontro è la fuoriclasse Gabi, campionessa d’Europa col Vakif, che mette a referto 24 punti (con un ace). Buone anche le prove delle centrali, con 18 punti complessivi tra Carol (10) e Ana Carolina Da Silva (8). Nel reparto attaccanti è Priscilla, con 11 punti tra cui un muro e due aces ad andare in doppia cifra.

La prima sorpresa del torneo la regala, invece, la Thailandia: battuta 3-2 la Turchia di Guidetti (17-25; 31-29; 22-25; 25-19; 15-13), cui non bastano i 24 punti, con tre muri e altrettanti aces di Karakurt. La Thailandia si fa trascinare dai 33 punti (27% di efficienza) di Chatchu Moksri.

Nel girone dell’Italia il Belgio, guidato da una straripante Herbots (25 punti a referto), infligge un sonoro 3-0 al Porto Rico (25-15; 27-25; 25-15), che comunque lotta nel secondo set, e si prepara a contendere il quarto posto a Kenya e Camerun.

La Repubblica Dominicana, infine, sconfigge 3-0 la Corea del Sud (25-19; 25-12; 25-15) nella Pool B. Le asiatiche, prive della stella Kim Yeon-Koung, si arrendono ai colpi delle caraibiche, trascinate dai 17 punti dell’opposta Caneida Gonzalez della Dinamo Ak Bars (Superliga russa).