MLS 2019, risultati 7°e 8°giornata

7 giornata:

Chicago Fire vs Vancouver Whitecaps 1-1: Vancouver vicino come non mai alla prima vittoria ma Nikolic distrugge i sogni canadesi. Secondo pareggio per Chicago, agguantato solo all’ultimo da Vancouver ancora a secco di vittorie. 

Chicago mantiene il gioco lasciando anche qualche varco di troppo, Vancouver non ne approfitta. Solo al 31′, però, Chicago mette i brividi: Katai si libera di Erice e lascia partire un tiro a giro, alzato sopra la traversa da Crépeau.

Vancouver incassa e aspetta il momento giusto, arrivato al 52′: Ousted calcola male i tempi di uscita sul cross di Erice, insegue il pallone fino al limite dell’area combinando però un pasticcio regalando palla a Yordy Reyna, che non si fa pregare. Chicago trova un’altra occasione, finita alta di poco. I canadesi provano ad assicurarsi il risultato ma la traversa dice di no a Ardaiz. Un tocco di mano più che dubbio di Godoy concede ai padroni in casa la chance dal dischetto. Nikolic di potenza e precisione evita la sconfitta (82′). Vancouver sfortunata ed ingenua, Chicago caparbia e fortunata.

Montreal Impact vs Columbus Crew 1-0: Inaspettatamente Montreal, che mancava di Piatti a centrocampo, ritrova la vittoria e lo fa contro Columbus, scivolato al secondo posto in virtù della vittoria di DC United.

Columbus prende il controllo e nel primo tempo ha tre occasioni per passare: al 21′ e quattro minuti dopo è Bush a dire di no mentre al 38 ‘ è l’imprecisione di Santos ad impedire il vantaggio. Montreal rientra meglio nel secondo e al 54’ trova il gol: Williams di testa appoggia una palla velenosa a Mensah il quale la perde e serve Urruti che difende e appoggia per Novillo. Al 70′ Columbus ancora vicino al gol: Bush viene beffato dal rimbalzo del cross di Higuain, Lovitz salva sulla linea. Per gl ospiti il pallone ha varcato la linea ma il signor Villarea Armando e gli arbitri VAR non sono dello stesso avviso.

Nelle ultime battute, Steffen evita il raddoppio di Taider. Ottima vittoria per la classifica e per il morale per Montreal, passo falso per Columbus.

Houston Dynamo vs San Jose Earthquakes 2-1: Parte meglio Houston vicino al vantaggio al 19′ con il tiro dal vertice d’area di rigore di Figueroa stampatosi sulla traversa. Chance anche per San Jose poco dopo: Godoy prolunga di tacco il cross di Lopez per Yueill che calcia a colpo di sicuro trovando però la mano di Willis a dire di no. Al 32′ Godoy trattiene Martinez in procinto di tirare. Toledo indica gli undici metri da cui si presenta Manotas che colpisce il palo mettendo dentro sulla ribattutta. Rete che però viene annullata. San Jose replica con il tiro da notevole distanza di Espinoza finito sull’incrocio della traversa. Primo tempo vivace e ricco di emozioni da entrambi le parti.  Nel giro di dieci minuti arrivano tutte le reti.

Ripresa che inizia con il vantaggio texano: Elis affida a Manotas, si butta in area concludendo il triangolo e per siglare il meritato vantaggio. San Jose risponde tempestivamente con Yueill ( 56′) per poi incassare il raddoppio di Espinoza (59′). Houston si avvicina anche al terzo gol con Espinoza ma viene fermata ancora una volta dalla traversa. Nel finale Lopez in preda alla rabbia entra a forbice su Garcia e rientra negli spogliatoi anzitempo. Si conclude così una gara vivace ricca di occasione da entrambe le parti.

Quarta vittoria consecutiva per Houston. San Jose ritrova l’ormai ben nota sconfitta.

Seattle Sounders vs Toronto FC 3-2: Entrambe le squadre arrivano imbattute con Seattle che ha anche la miglior difesa, in virtù delle sole tre reti subite. Due doppiette. 

Partita che si sblocca al 11′ con il colpo di testa di Altidore su cross dal vertice d’area di rigore di Pozuelo. Tredici minuti dopo arriva la risposta di Seattle: Bruin si precipita sul cross di Smith e, anche lui di testa, riapre i giochi (24′).  Primo tempo che si conclude con una chance per parte.

In quattro minuti arrivano tre reti.

Al 66′ è il momento del sorpasso dei Sounders: dopo tre scambi di prima tra la catena di sinistra, si ripete il copione del primo gol: Smith mette in mezzo e Bruin, questa volta in scivolata, mette dentro, firmando il raddoppio. Seattle approfitta del colpo inflitto ed incrementa con Roldan (68′). Ci pensa Altidore (70′) ad accorciare nel tentativo di riprendersi la partita, malamente sfuggita dalle loro mani, o meglio, dai loro piedi. All’ultimo minuto Toronto sembra riuscirci con il tiro a fin di palo di Pozuelo ma Frei con le unghie fa rimanere i tifosi canadesi con la gioia bloccata in gola.

Seattle  centra la seconda vittoria consecutiva continuando l’inseguimento alle due di Los Angeles.

Minnesota United vs New York City 3-3: Minnesota inaugura con uno spettacolare pareggio l’Allianz Field. 

Il primo gol nel nuovo stadio porta la firma di Alonso ( 13′) che di mezza rovesciata dal dischetto approfitta dell’assist involontario di Sands e sigla il vantaggio per Minnesota. Tempestiva la risposta newyorchese che prima pareggia con Castellanos (16′) e poi passa in vantaggio con il fortunato gol di Tajouri ( 18′) salvo poi essere raggiunta da Rodriguez (20′). 

Minnesota ripassa nuovamente in vantaggio in maniera veramente fortunata: Ofori manda indietro per Johnson il quale cerca di controllare il pallone con l’esterno del piede destro ma lo manca incredibilmente.

Al 57′ NYFC pareggia: Ring lancia in profondità Tajouri che con una finta simile a quella di Pelè a Messico 70 lascia Mannone sul posto e regala ai suoi un buon punto. 

Primo pareggio per Minnesota, NYFC sempre più malato di pareggite acuta

New England Revolution vs Atlanta United 0-2: Brutta gara di New England che cade ai colpi di Barco e compagni e regala la prima vittoria stagionale agli undici di Frank De Boer. 

Primo quarto d’oro dominato da Atlanta vicina più volte al vantaggio ma New England si salva sulla linea grazie a Farrell. Al 28′ ecco il tanto cercato vantaggio: Villalba entra in area e poco prima dell’area piccola serve Barco che di piatto batte Crooper.

Dieci minuti dopo New England vede annullarsi il pareggio di Jones per fuorigioco.

Raddoppio di Atlanta che ha gli stessi protagonisti del vantaggio: Villalba mette al centro dove però non c’è nessuno. Barco arriva di corsa e con un meraviglioso tiro a giro fa 2-0. 

New England incappa nella quinta sconfitta, la seconda consecutiva, con un’Atlanta che benchè all’ultimo posto ad Est, è stata la più vogliosa, determinata e grintosa nel cercare la vittoria.

 

 

Dallas FC vs Portland Timbers 2-1: Dallas trova la rete del vantaggio al nono minuto dopo il rimpallo fortunoso di Paredes che manda in porta Ferrera freddo nel concludere davanti a Gonzalez. Dallas arriva a fine primo con il rimorso di non aver capitalizzato tre-quattro palle-gol per mancanza di precisione. 

Raddoppio che però arriva al 60′: sul cross di Barrios, Mabiala devia nella propria porta ma Attinella di riflesso para. Sulla ribattuta Moreira atterra Aranguiz. Rigore netto trasformato di potenza da Ziegler. Sette minuti Paredes si fa perdonare e in corsa di testa accorcia le distanze. Rete che però risulta essere vana. 

Vittoria ritrovata per Dallas dopo il passo falso di Philadelphia. Quinta partita senza punti per Portland che rimane al penultimo posto. 

Colorado Rapids vs D.C. United 2-3: Dopo il pesante ko con LAFC e il pareggio con l’Impact, D.C. ritrova la vittoria. Ancora una sconfitta per Colorado.

È Colorado a passare in vantaggio: su angolo di Price, Smith colpisce di testa servendo Feilhaber che ritrovatosi il pallone sul petto, non deve far altro che stoppare e mettere dentro (11′).

D.C. non si fa trovare impreparato e risponde prima pareggiando con Acosta (35′) per poi raddoppiare con il potente diagonale di Durkin (38′) ed infine incrementare con Rodriguez (43′) che conclude nel migliore dei modi una bella azione personale.

Colorado si rifa sotto al 66′ con Kamara. Due minuti dopo ha anche l’occasione del pareggio con Mezquida ma Birnbaum salva sulla linea. 

D.C. mantiene il primo posto ad Est dopo una rimonta incredibile e veloce.  

Real Salt Lake vs Orlando City 2-1: Il primo squillo è di casa: Johnson scivola in corsa, se ne va ai centrali floridiani e fulmina Rowe sul primo palo (17′). La fine del primo arriva senza grandi occasioni.

La ripresa inizia con la parata bassa all’angolino di Rowe sul tiro dalla distanza di Savarino. Poco dopo arriva il raddoppio di Kreilach (55′). Orlando si fa vedere solo al sessantesimo con la conclusione al volo da fuori area di Nani. Ed è proprio l’ex United a realizzare il gol bandiera con una bellissima punizione all’81. 

Dopo un digiuno durato quattro partire, Salt Lake ritrova i tre punti. Orlando non ripete la prestazione fatta con Colorado.

Los Angeles FC vs FC Cincinnati 2-0: Continua la marcia vincente di Los Angeles che con un gol per tempo consolida il primo posto.  Ancora una sconfitta per Cincinnati, a digiuno dalla vittoria da tre gare. 

LAFC già pericolosa dopo appena due minuti ma Richey è reattivo e si oppone. Al 31′ arriva il vantaggio di Kaye trovato alla perfezione dal calcio d’angolo di Vela.

A fine primo tempo una leggerezza di Zimmermann  potrebbe costare caro, ma per sua fortuna Miller manda in angolo e nega il pareggio a Mattocks.

Secondi quarantacinque minuti all’insegna della ricerca del raddoppio di LAFC che però pecca di mancanza di freddezza e precisione. Secondo gol che arriva solamente nel recupero grazie a capitan Vela (90+3′). 

Los Angeles Galaxy vs Philadelphia Union 2-0: Se LAFC va forte, i Galaxy non sono da meno. Con una doppietta di Ibrahimovic continuano l’inseguimento al primo posto dei cugini. 

Al 26′ i Galaxy passano in vantaggio con la zuccata di Ibra su cross morbido di Skjelvik. Lo svedese si ripete poi dieci minuti dopo su rigore (37′).

Al 53′  Burke si gira bene in area ma viene fermato dall’incrocio della traversa. Al 76′ Trusty viene espulso per doppia ammonizione dopo aver sgambettato Lletget. 

Si conclude così la gara. Terza vittoria consecutiva per i Galaxy, passo falso per Philadelphia dopo tre vittorie consecutive. 

Sporting Kansas City vs New York Red Bulls 2-2

Al 16′ Casseres porta in vantaggio NYRB ma la rete viene annullata per fuorigioco. Il vecchio detto “gol mancato, gol subito” si ripete al 24′ quando Russell in diagonale mette dentro su sponda di Németh.  

I Tori Rossi pareggiano al 52′ con Royer il quale, lanciato da Casseress, se ne va a Melia e a porta vuota non sbaglia. Tre minuti dopo aver sostituito Wright-Phillips, White firma il sorpasso newyorchese con un bel colpo di testa (75′). Gara ingarbugliata per Kansas che riesce a pareggiare solo grazie al solito Busio, bravo nel deviare a rete il tiro di Zusi (88′). 

Nel finale Sallói colpisce una traversa che nega un clamoroso nuovo vantaggio di Kansas.

TOP 11 

3-4-3: Evan Bush ( Montreal Impact); Nedum Onuoha ( Real Salt Lake), Bastian Schweinsteiger ( Chicago Fire), Jorgen Skjelvik ( Los Angeles Galaxy); Carlos Vela ( Los Angeles FC), Lucas Rodriguez ( D.C. United), Tomas Martinez ( Houston Dynamo), Ezequiel Barco ( Atlanta United); Will Bruin ( Seattle Sounders), Zlatan Ibrahimovic ( Los Angeles Galaxy), Ismael Tajouri- Shradi ( New York City FC).

Allenatore: Remi Garde ( Montreal Impact)

MVP: Isamel Tajouri-Shradi ( New York City FC)

8 giornata:

Vancouver Whitecaps vs Los Angeles FC 1-0: Clamorosa colpo di Vancouver che trova la prima vittoria stagionale e lo fa contro la capolista LAFC. 

Dopo un’occasione per parte, Vancouver passa in vantaggio al 26′: il bel tiro di prima intenzione di “PC” giro si stampa sull’incrocio della traversa diventando un perfetto assist per In-Beom che di collo pieno mette dentro facendo esplodere di gioia il BC Place Stadium. A fine primo tempo LAFC ha la palla gol per il pareggio con Lee Vassell che però spara addosso a Crépeau. Ad inizio ripresa il contropiede canadese viene fermato dai guantoni di Miller e dalla poca freddezza di Venuto. 

Vancouver cerca poi il vantaggio con dalla distanza di poco a lato  e con la punizione di, bloccata senza grandi problemi da Miller. Chance anche per i californiani con Vela che raccoglie il tiro strozzato di ma spara alto

Vittoria importantissima per il morale e per la classifica di Vancouver su LAFC che commette un passo falso maturato dalla troppa convinzione dei propri mezzi.

FC Cincinnati vs Real Salt Lake 0-3: Vittoria netta di Salt Lake che con la doppietta di Rusnak (42′; 59 (R) ) e con il gol di Johnson ( 45 + 2′) aggiunge al record la seconda vittoria consecutiva. 

Nel vantaggio importante è l’apporto dato da Baird che prima ostacola il tentativo di salita di Hagglund e poi calcia trovando il palo e quindi servire, pur se involontariamente, Rusnak. Il secondo gol arriva dopo due respinte della difesa ospite che però nulla può alla rapidità di Johnson. L’ultimo gol nasce dal fallo di Deplagne su Savarino. Rigore netto, trasformato da Rusnak

Toronto FC vs Minnesota United 4-3: Tanti gol e tante emozioni al BMO Field. 

Aprono le danze gli ospiti al diciassettesimo: Greguš lancia dalla propria metà campo Quintero che approfittando del rimbalzo e dell’uscita di Bono, di testa anticipa l’intervento e una volta davanti la porta non sbaglia. Toronto non rimane con le mani in mano e dieci minuti più tardi mette a segno un uno-due. Prima pareggia con Pozuelo che, dopo aver raccolto la spazzata di Mavinga, si dirige verso la porta dove prima punta Boxall e poi lascia partire un destro che scavalca Mannone (28′). Due minuti dopo Pozuelo si replica freddando il portiere ex Arsenal sul primo palo (30′). 

Ripresa e viene ristabilito l’equilibrio dalla testata di Rodriguez (57′). È lo stesso colombiano poi a procurarsi il penalty che Quintero trasformerà al 70′. Canadesi che ribaltano nuovamente il risultato nel giro di due minuti grazie ad  Hamilton che prima pareggia e poi firma il raddoppio con la complicità di Mannone, male nei tempi d’uscita, e di Boxall, il quale conclude infelicemente una serata storta calcolando imprecisamente i tempi d’intervento sul rimbalzo.

Nei minuti finali prima Greguš e poi Calvo vengono espulsi per due brutti falli scaturiti dalla frustrazione. 

Finale di gara che non rende onore ad una partita combattuta e viva fino all’ultimo.

Toronto cancella la sconfitta di Seattle. Minnesota invece prosegue il proprio periodo buio nato dopo la vittoria, ironia della sorte, in trasferta contro Vancouver per 2-3.

Los Angeles Galaxy vs Houston Dynamo 2-1:  2 reti, 3 gol. È questo il “metodo” con cui i Galaxy centrano la quinta vittoria consecutiva continuando la corsa ai cugini LAFC.

Al 31′ DeLaGarza abbraccia troppo affettuosamente Ibrahimovic in area di rigore e provoca il rigore che lo svedese trasformerà. Pochi minuti e Elis manca il pareggio per una questione di secondi.  

Ad inizio Elis rende pan per focaccia ottenendo e  trasformando il rigore, dubbio,al 49′.

Houston continua ad attaccare ma dopo l’occasione del sorpasso andata a sbattere sulle gambe di Bingham  deve arrendersi a Polenta che di testa firma il vantaggio (88′).

Chicago Fire vs Colorado Rapids 4-1: Bella vittoria di Chicago che, anche se contro un avversario tutto tranne che ostico, non sbaglia l’approccio alla gara e ritorna alla vittoria dopo due pareggi.

Dopo la traversa colpita da , Chicago passa con Nikolic al 33′. Colorado risponde presente subito dopo su angolo di Mezquida insaccato da Kamara ( 40′). 

Al settimo della ripresa Chicago ripassa in vantaggio: McCarty apre verso Katai che, dopo l’intervento bucato di, entra in area e serve Sapong, puntuale nell’inserimento.

Gli ultimi due gol portano la firma di Mihailovic ( 61′) e di Katai ( 80′). 

Sprofonda ancora una volta Colorado, triste custode dell’ultimo posto. Tre punti che fanno morale e classifica per Chicago. 

Philadelphia Union vs Montreal Impact 3-0: Montreal=dottor Jekyll e mister Hyde.

Tutto facile per Philadelphia che davanti ad un Impact irriconoscibile trova vita facile per accaparrarsi tre punti fondamentali nell’inseguimento di D.C. United.

La rete del vantaggio porta la firma di Burke, autore di un bel rasoterra da fuori finito all’angolino (14′). Raddoppia poi Monteiro a fine primo tempo su rigore (45′).

Terzo gol umiliante per Montreal ma pienamente meritato per l’atteggiamento completamente passivo e rinunciatario: Medunjanin pesca Aaronson che con un tocco scavalca Bush e serve Wagner il quale di tacco mette Bedoya davanti la porta (57′).

L’unico attacco di Montreal arriva a fine partita e viene brutalmente fermato da Wagner che piomba in maniera rovente su Choinière.

Sconfitta che assevera ancora una volta la discontinuità di prestazioni e risultati di Montreal. 

 

Orlando City vs Vancouver Whitecaps 1-0: Vedendo il risultato verrebbe da dire “minimo sforzo, massimo risultato”. Non è però questo il caso dato che Orlando non ha dovuto sudare le famigerate sette camicie, ma almeno due si. 

Orlando controlla il gioco in lungo e largo ( 60% possesso palla contro 40) ma per alterni motivi ( leggasi atteggiamento approssimativo e carenza di freddezza e precisione nelle conclusioni) non trova la via del gol. 

La rete che vale la meritata vittoria infatti arriva solamente all’88’ per merito del solito Nani che si avventa come un falco sul cross basso di Kljestan e mette alle spalle di MacMath.

New England Revolution vs New York Red Bulls 1-0: La caparbietà ed il bel gioco dei Revolution vengono pagate, dopo innumerevoli occasioni, solamente al 73′ dal tiro in diagonale di Penilla e dalla complicità di Robles. 

Seconda vittoria stagionale per New England, quinta battuta d’arresto newyorchese. 

Columbus Crew vs Portland Timbers 1-3: Brusca frenata di Columbus che sembra aver accusato la sconfitta con l’Impact. 

Apre Mabiala al 31′, raddoppia Ebobisse quattro minuti dopo. Al 69′ Santos accorcia le distanze ed accende le speranza di un pareggio, spente però nel recupero da Moreira (90+1′)

San Jose Eartquakes vs Sporting Kansas City 4-1: Ottima vittoria di San Jose, in netta crescita. 

Al quarto d’ora, San Jose è già in vantaggio di 2-0 in virtù della doppietta di Hoesen. Ad inizio ripresa (46′) Salinas fa il terzo e Eriksonn sigla il poker (61′). Gutierrez realizza rigore e gol bandiera al 66′.

D.C. United vs New York City FC 0-2: Con un gol per tempo NYFC centra la terza vittoria consecutiva. 

Prima occasione è di casa ma al pirmo tentativo, New York passa con Mitrita ( 35′). Neanche un minuto che DC si rifa sotto su punizione ma Johnson segue bene la traiettoria e si oppone a Brillant. 

A fine primo tempo Moralez ha la palla del raddoppio su rigore ma colpisce il palo. Altra chance del raddoppio che capita sempre nei piedi dell’ex Atlanta ma che si conclude nello stesso modo. Non c’è problema, perchè il secondo gol è solamente questione di secondi: Matarrita serve di prima Heber che mette dentro dopo aver bucato le gambe di Hamib (55′). 

 Los Angeles FC vs Seattle Sounders 4-1: LAFC rimedia come meglio non poteva alla disfatta della scorsa giornata con Vancouver. 

Capitan Vela da il via al 15′ e Atuesta raddoppia al 35′. Ripresa e Shipp riduce il parziale (51′) ma ancora Vela e Ramirez ( 61′) stroncano sul nascere le speranze ospiti. 

TOP 11

3-4-3: Jesse Gonzales ( FC Dallas); Jorge Moreira ( Portland Timbers), Jack Elliott ( Philadelphia Union), Matt Hedges ( FC Dallas); Albert Rusnak ( Real Salt Lake), Eduard Atuesta ( Los Angeles FC), Mark- Anthony Kaye ( Los Angeles FC), Alejandro Pozuelo ( Toronto FC); Carlos Vela ( Los Angeles FC), Hebér ( New York City FC), Danny Hoesen ( San Jose Eartquakes)

Allenatore: Luchi Gonzalez (FC Dallas)

MVP: Alejandro Pozuelo ( Toronto FC)