Milan-Torino 0-0, dichiarazioni post-partita di Gattuso: “L’anno scorso una partita così l’avremmo persa”

Quella di stasera contro il Torino doveva essere la gara della svolta, quella che avrebbe dato al Milan un vantaggio un po’ più ampio sulle inseguitrici capitoline e perfino un piccolo spazio per meditare il sorpasso ai cugini nerazzurri, ma ogni programma è andato a farsi benedire: un primo tempo scialbo e una ripresa arrembante, ma confusa e infruttuosa, hanno impedito ai rossoneri di rafforzare il quarto posto. Lo 0-0 finale è giusto: il Torino ha sfiorato il gol più volte nel primo tempo, ma Donnarumma (miracolo su Iago Falque ) e il palo (colpito da Belotti, che molto prima si era anche divorato un gol) negano ai granata un vantaggio meritato. Nella ripresa si vede un Milan diverso che crea molto, ma né Cutrone, né Higuain sono sufficientemente cattivi e precisi, mentre Suso e Calhanoglu cazzeggiano in campo senza combinare nulla se non perdere palloni su palloni. Alla fin fine il pareggio va bene per come si poteva mettere, ma non si può ripetere una prestazione del genere, specie giovedì sul campo infernale dell’Olympiakos. Vediamo le dichiarazioni di Gattuso a fine partita.

Prima di tutto l’analisi, opinabile forse: “Eravamo consapevoli che giocavamo contro una squadra che non aveva mai perso (fuori casa, n.d.r.): siamo stati bravi, abbiamo creato e abbiamo sofferto. Sicuramente non l’abbiamo buttata dentro ma sono contento, perché il Torino ha dei valori e non è facile giocare contro di loro“.

Successivamente si passa ad Higuain, stasera pressoché nullo, ma giustificato da problemi alla schiena: “Higuain non avrebbe neanche dovuto giocare, è un po’ sottotono, ha alcuni fastidi alla schiena e sta stringendo i denti. Non riesce ad allenarsi con continuità, lo sta penalizzando questa cosa. Ha fatto cose interessanti a tratti, da lui ti aspetti di più ed è normale, bisogna aspettarlo“.

Sempre più positivo, invece, Bakayoko: “Prima faceva fatica a scivolare e ora non più. E’ un giocatore che all’inizio scopriva sempre la palla, quando veniva pressato andava in difficoltà, ora è migliorato moltissimo. Si sta impegnando davvero tanto, tatticamente ha fatto un bel passo in avanti“.

Interrogato sul mercato, infine, il tecnico non dice praticamente nulla e invita chiedere alla dirigenza, e tutto questo anche e soprattutto per rispetto nei confronti di chi è in squadra attualmente.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana