Milan, non aperta ancora la campagna abbonamenti: Si attende la svolta societaria ?

A poco più di un mese dall’inizio del campionato, la società rossonera non ha ancora avviato la campagna abbonamenti per la prossima stagione, qualcuno si chiede se non sia dovuto alle note vicende societarie.

In molti si domandano del perché la società rossonera non abbia ancora aperto la campagna abbonamenti per la stagione 2018-2019. La risposta da dare sembrerebbe facile se si fa riferimento alle note vicende societarie, che tormentano da diverso tempo tutto l’ambiente Milan.

La redazione di Stadiosport, nella serata di ieri ha provato a capirne di più ricavando alcune informazioni utili da poter dare soprattutto ai tifosi rossoneri, i quali non ne possono più di questa situazione. Secondo le nostre fonti, sembra non esserci alcuna correlazione tra le vicende societarie e il tardivo avvio della campagna abbonamenti. 

L’attesa per l’apertura della campagna abbonamenti, è dovuta soltanto a dei problemi interni e non alla trattativa  CommissoLi per l’acquisizione della maggioranza del club rossonero, questo è quanto ci è stato riferito da Milano. Pur volendo credere a questa versione, siamo dell’idea che qualche correlazione comunque ci sia, ma ne sapremo di più nella giornata di domani, quando il presidente rossonero, Yonghong Li, sarà chiamato a versare i 32 milioni  di euro per l’aumento di capitale.

Nel caso l’imprenditore cinese non dovesse onorare gli impegni presi, potremmo assistere a nuovi scenari, perciò noi di Stadiosport riteniamo che la campagna abbonamenti partirà solo dopo gli  eventuali sviluppi societari, che decideranno la vita futura del club di via Aldo Rossi, da adesso in poi il tempo assume un ruolo fondamentale.