Milan: Maldini possibile nuovo ds e vuole uno tra Inzaghi, Sarri, Giampaolo, Conceicao ed Espirito Santo

I rossoneri effettueranno un cambiamento radicale sia a livello dirigenziale sia a livello di guida tecnica.

Sono giorni molto importanti e pieni fermento quelli che sta vivendo il Milan negli ultimi giorni, con il club rossonero che cambierà completamente pelle dopo aver fallito la qualificazione alla prossima Champions League. Ieri, sia il ds Leonardo che l’allenatore Rino Gattuso si sono dimessi, con la nuova società intenzionata a ripartire da zero ed iniziare un nuovo ciclo. Non dovrebbe lasciare il Milan, invece, la bandiera Paolo Maldini a cui l’ad rossonero Gazidis gli ha offerto il ruolo di direttore tecnico con delega al calciomercato e quello di direttore sportivo. In questo modo, spetterà proprio a Maldini scegliere il nuovo allenatore.

L’ex difensore rossonero si è preso una decina di giorni per riflettere su una proposta che egli stesso ha definito allettante e solo allora darà una risposta. Nell’attesa della sua decisione, stanno iniziando già a spuntare i primi nomi dei candidati alla panchina rossonera, tra cui quello di Simone Inzaghi che ancora non ha rinnovato con la Lazio. L’allenatore biancoceleste è seguito anche dalla Juventuscon il club bianconero che però non sembra così decisa di voler affondare il colpo, essendo interessata anche ad altri nomi più quotati.

Se Inzaghi non dovesse rinnovare con la Lazio, il Milan si farebbe trovare pronto e l’ex attaccante sarebbe sicuramente interessato nel sedersi su una panchina così gloriosa. In lista c’è anche il nome di Maurizio Sarri che, come Inzaghi, interessa e molto alla Juve che gli garantirebbe la Champions League, fattore da non sottovalutare visto che il Milan giocherà l’Europa League se non verrà squalificato dalle coppe per non aver soddisfatto le condizioni dettate dalla UEFA qualche mese fa. Più fattibile, invece, l’opzione Giampaolo il cui percorso con la Sampdoria sembra essere concluso, con il tecnico che ha più volte ribadito il fatto di voler lasciare il club nel caso in cui non si faccia un passo in avanti per crescere.

Resta in piedi anche la pista estera, con Conçeiçao del Porto Nuno Espirito Santo del Wolves nel mirino, mentre è completamente tramontata quella che porta a Jardim del Monaco che ha rinnovato con il club monegasco.

 

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei