Milan-Genoa 1-2, dichiarazioni post-partita Pioli: “Sconfitta senza alibi, abbiamo giocato senza determinazione”

Termina 1-2 per il Genoa il match contro il Milan valido per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A. Per gli ospiti a segno Pandev e Cassata. Il gol di Ibra, nel finale, non basta ai rossoneri.

Sulla gara: “Sconfitta senza alibi o giustificazioni, come abbiamo giocato noi senza pubblico lo stesso è valso per il Genoa. Neanche le difficoltà societarie di quest’ultimo periodo possono essere un’attenuante”.

Gli errori: “Il doppio svantaggio è nato da due nostri errori, in più abbiamo tirato tantissimo, 22 volte, segnando solo una volta. In fase difensiva anche potevamo fare qualcosa in più. Il problema più grande, però, è legato ad una mancanza di determinazione che non voglio più vedere”.

Stefano Pioli, 54 anni, allenatore del Milan
Stefano Pioli, 54 anni, allenatore del Milan

Situazione societaria e possibile cambio di panchina: “Ho letto tante cose in questi giorni e ascoltato le dichiarazioni di Boban. Il mio compito è quello di restare concentrato e pensare solamente al lavoro che c’è da fare. Del futuro ne discuteremo poi nelle sedi opportune al momento giusto”.

La gara di Leao: “Doveva giocare più vicino ad Ibra, il quale smistava ai suoi compagni in seguito ai nostri lanci su di lui. Purtroppo, però, non sempre è riuscito a tenere la posizione come gli avevo chiesto”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Triplo Bonus di Benvenuto fino a 115€

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi