Messi annuncia: “Resto a Barcellona”

Dopo una telenovela di un paio di settimane, incontri, comunicati stampa e battaglie mediatiche, Lionel Messi ha deciso e ha annunciato che resterà a Barcellona

E’ finalmente finita la lunghissima telenovela. Dopo settimane davvero bollenti, infatti, Lionel Messi ha annunciato la sua decisione di restare al Barcellona, con cui il contratto scadrà nel 2021.

Finisce bene, quindi, quello che poteva diventare un caso anche legale. Infatti, le schermaglie potevano portare ad una vera e propria battaglia, che forse solo la FIFA avrebbe potuto risolvere favorendo l’una o l’altra parte.

Però, dopo i tantissimi incontri con il presidente Josep Bartomeu e le continue risposte della Liga, con cui venivano di fatto smentite le velleità del padre agente, Jorge Horacio Messi, riguardo la possibilità di esercitare unilateralmente la rescissione del contratto, opzione in realtà in dubbio, possibile solo previo pagamento della clausola di rescissione da 700 milioni di euro, a chiudere la telenovela è stato lo stesso fuoriclasse argentino con un video.

D’altronde, il rischio di un anno di squalifica era davvero molto alto e lo stesso Manchester City, con cui c’era un’intesa di massima per un contratto con ingaggio da 50-60 milioni di euro netti a stagione, aveva fatto sapere a Messi che avrebbe atteso solo fino al 5 ottobre.

Così, Messi ha trovato un vero e proprio muro, non ha voluto scontrarsi legalmente con il suo club e, soprattutto, non ha voluto perdere tempo.

Saranno sicuramente contenti i tifosi catalani, che si erano rivoltati contro la società. Ma, soprattutto, sarà contento tutto il Consiglio Direttivo, che continua a chiedere le dimissioni di Bartomeu, accusato di corruzione.

Forse, l’unico che non sarà contento è Ronald Koeman, che sta lavorando alacremente per rivoluzionare una squadra ormai obsoleta, nonostante le dichiarazioni di voler costruire il nuovo progetto attorno a Messi.

Nella lunga intervista con cui ha annunciato la sua permanenza, Messi ha spiegato che già da un anno aveva fatto sapere a Bartomeu e al Barcellona di voler andare via, perché era giunto il momento di cambiare aria e di dare spazio ai giovani, ma il presidente aveva posticipato i discorsi a fine stagione, per poi non mantenere le promesse.

Ovviamente, essendo un professionista e amando questo club, il fuoriclasse argentino continuerà a dare il massimo e a voler vincere tutto con questa maglia fino alla fine, nonostante la sua volontà di voler andare via.

Inoltre, Messi ha spiegato che il burofax doveva servire ad ufficializzare la sua richiesta di dire addio al Barcellona, altrimenti poteva essere considerato solo un pour parler, ma non era un modo per iniziare una battaglia legale, ipotesi che il fuoriclasse argentino non prenderebbe mai in considerazione.

Tra le cause della sua volontà di lasciare il Barcellona non è da annoverare la sconfitta per 8-2 di Lisbona contro il Bayern Monaco in Champions League di un paio di settimane fa, ma l’assenza di progetti veri e propri in questi ultimi anni, in cui non si faceva altro che tappare i buchi.

Al termine delle varie discussioni, il Barcellona ha tenuto il punto, visto che il burofax era arrivato dopo il 10 giugno: pagamento della clausola di rescissione da 700 milioni di euro o battaglia legale. Entrambe le opzioni erano impossibili, da qui la decisione di Messi di restare ancora un altro anno in blaugrana.

Sarà ancora Barcellona, sarà ancora Messi blaugrana… almeno fino al 30 giugno 2021, quando scadrà il contratto e il fuoriclasse argentino potrà decidere liberamente il suo prossimo club.

Ecco il video con cui Messi ha annunciato la sua decisione di restare a Barcellona:

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia