Italia, Ventura e Tavecchio vicini all’addio: Di Biagio traghettatore, poi uno tra Allegri, Mancini, Ancelotti e Conte

La partita di domani contro la Svezia potrebbe essere l’ultima sulla panchina dell’Italia per il c.t. Gian Piero Ventura, arrivato ormai al capolinea, ma anche Tavecchio rischia il posto. 

Il match di domani sera sarà decisivo per la qualificazione al mondiale in programma in Russia la prossima estate. La nazionale partirà sotto di un gol e sarà costretta a segnarne, senza subirne, per raggiungere la qualificazione.

Non sembrerebbe una “mission impossible”, ma questa nazionale non ha dimostrato grande carattere nella gara d’andata, ha espresso un tipo di gioco non all’altezza e, complice anche un modulo non appropriato, non ha saputo mettere in mostra i suoi migliori giocatori, andando a scontrarsi contro una squadra ordinata, messa bene in campo e spinta dal tifo del pubblico.

Il principale colpevole di questa situazione, sebbene non l’unico, è sicuramente il tecnico Ventura, che non ha saputo dare un’identità a questa nazionale. Ebbene, se l’Italia non dovesse riuscire a battere la Svezia non qualificandosi al mondiale russo, sarà quasi inevitabile l’esonero dell’attuale commissario tecnico, nonostante il recente prolungamento di contratto fino al 2020.

Pronto a sostituire Ventura sarebbe uno tra Ancelotti, Conte, Mancini o Allegri. L’ex allenatore del Milan è stato esonerato all’inizio della stagione dal Bayern Monaco e rappresenterebbe il principale candidato, essendo al momento senza una panchina.

Un altro nome che circola all’interno della FIGC è quello di Antonio Conte, attuale allenatore del Chelsea ed ex commissario tecnico della nazionale. Il leccese non si è ben ambientato in Inghilterra, complice anche il cattivo rapporto con Abramovich, sente la nostalgia dell’Italia e potrebbe tornare alla guida della nazionale per la seconda volta. Ancora negli occhi di tutti è infatti la prestazione dell’Italia a Euro 2016 quando, nonostante la rosa non fosse delle migliori, Conte è riuscito a trarne il massimo, portando l’Italia ai quarti di finale.

Sulla panchina della nazionale potrebbe sedersi anche Massimiliano Allegri, arrivato ormai al termine della sua avventura alla Juventus. Il tecnico ex Milan era già vicino a lasciare i bianconeri al termine della scorsa stagione, salvo poi rimanere, tentando l’ennesimo assalto alla Champions League. Indipendentemente dalla conquista di quest’ultima, quasi sicuramente Allegri lascerà i bianconeri ed è sicuramente uno dei papabili prossimi c.t. azzurri.

Più lontana invece la pista che porterebbe Mancini alla guida dell’Italia. Mancini è attualmente alla guida dello Zenit, in Russia, è al secondo posto in classifica e soprattutto ha appena firmato un contratto triennale con opzione per altri due anni. Il tecnico di Jesi non ha però mai nascosto la volontà di guidare la nazionale e potrebbe farci un pensierino.

Nemmeno in caso di vittoria sulla Svezia, però, Gian Piero Ventura sarebbe al sicuro. In tal caso, una delle tante ipotesi che circolano sarebbe quella di Di Biagio, attuale allenatore dell’under 21. Difficile però che l’ex giocatore possa addirittura guidare la nazionale ad un eventuale mondiale, più facile invece un suo impiego da traghettatore fino a giugno (termine della stagione agonistica), per poi lasciare spazio ad uno degli allenatori già citati.

Anche Tavecchio sarebbe in pericolo: circolano voci che il massimo organo dello sport italiano Giovanni Malagò abbia invitato Tavecchio a rassegnare le sue dimissioni in caso di sconfitta nella gara di domani.

Sono tutte ipotesi, la situazione sarà sicuramente più chiara domani sera al termine della gara, sperando che la nostra nazionale possa fare felici i tifosi azzurri.

 

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.