Manchester City: ecco la risposta dell’Uefa sul Fair Play Finanziario

Il Manchester City ha fatto un cammino bellissimo in questa stagione vincendo il titolo della Premier League. Questo trionfo, tutto sommato, può rivelarsi quasi inutile ora che la Uefa ha messo sotto investigazione il City per questioni fiscali.

La doccia sarebbe fredda, anzi freddissima. Con le indagini che ci sono ora in corso da parte dell’Uefa, i Citizens rischiano l’esclusione dalla Champions League per almeno un anno, però dalla stagione 2020-2021, come ha chiarito il “New York Times”

Un clima confuso, di suspance, nel quale il primo a preparare le valigie potrebbe essere Pep Guardiola, che non vorrebbe ritrovarsi in una squadra che non le consentirà di non giocare in futuro la Champions.

Questione Fair Play Finanziario

Allora, il Fair Play Finanziario impone alle società una certa soglia di tolleranza negli investimenti da commisurare in una certa misura agli introiti del club. Il dettaglio sotto analisi è la modalità in cui il main sponsor, nonché l’azienda che dà il nome allo stadio del Manchester City, la Etihad Airways, è collegata e inserita più o meno attivamente all’interno della società sportiva. Per il semplice motivo che un contratto di sponsorizzazione è molto, ma molto diverso dal possesso di quote societarie o altre forme di finanziamento. Ci sono delle regole e vanno rispettate e sicuramente il club inglese non avrà problemi a sottoporre all’attenzione della federazione tutti i dati richiesti.  

Le analisi della Uefa sono in corso, e il City rischia davvero, ma davvero tanto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.