L’Opinione, Barcellona-Roma 4-1: giallorossi coraggiosi e sfortunati

Sfortuna e ingenuità hanno segnato il ko dei giallorossi in casa dei blaugrana nonostante una prova coraggiosa. Ora bisognerà provare il tutto per tutto all’Olimpico.

Si chiude nel peggiore dei modi la settimana europea delle squadre italiane in Champions League, infatti dopo il ko di ieri della Juventus con il Real Madrid, perde anche la Roma sul campo del Barcellona per 4-1.  Nel complesso Spagna batte Italia 7-1, chiaramente non è un passivo casuale, considerando la superiorità tecnica delle due spagnole. 

Riguardo la gara del camp nou, che ha visto una buona Roma ma sfortunata contro un Barcellona seppur più forte, favorito anche da alcuni episodi chiave. I giallorossi scendono in campo con coraggio e determinazione, pagando alcuni errori arbitrali, che hanno visto negare due rigori netti alla squadra di mister Di Francesco. Poco prima dell’intervallo il match viene sbloccato da una sfortunata autorete di De Rossi, come anche nella ripresa quando il Barcellona raddoppia con un’altra autorete romanista, questa volta di Manolas.

La Roma comunque prova a giocare la propria partita, sfiorando il pareggio prima del 2-0 con Perotti. Purtroppo contro queste corazzate paghi se sbagli, infatti i blaugrana vanno sul 3-0 con Piqué, il quale deposita in rete da pochi metri una corta respinta di Alisson.  I ragazzi di Di Francesco provano a reagire, riuscendo a trovare il goal della bandiera con Dzeko, utile in vista del match di ritorno, ma dopo pochi minuti il Barcellona legittima il suo successo con Suarez, per il definitivo 4-1.

Risultato piuttosto severo per la Roma, che avrebbe meritato qualcosa in più se non fosse per qualche errore arbitrale e i due autogol, decisivi nell’economia dell’esito finale. Sicuramente sarà difficile per la Roma ribaltare questo passivo nel match di ritorno all’Olimpico, c’è però la consapevolezza di poter giocarsi le proprie chance con coraggio e personalità senza nulla da perdere nonostante lo spessore tecnico del Barcellona.