La Roma esce dalla Borsa ed è al 95% dei Friedkin

La Roma passa al 95% in mano ai Friedkin. Questo porterà all’uscita dal club giallorosso dalla Borsa.

Nelle ultime ore c’è stata una notizia che ha reso felici i tifosi della Roma. Il club giallorosso uscirà ufficialmente dalla Borsa. In seguito alla scadenza dell’Opa, i Friedkin hanno preso il 95% delle azioni con il conseguente delisting. Questa era la soglia minima per togliere il club dalle quotazioni della borsa.

Solamente 22 anni fa (cioè nel maggio del 2000), c’era stata la quotazione della Roma. Da lunedì partirà il piano per poter concludere il delisting entro il mese di settembre. Così facendo la Roma diventerà un club privato a tutti gli effetti. Un passo davanti sicuramente molto importante per una squadra che sta crescendo sempre di più.

Roma Friedkin

Dalla vendita del club di James Pallotta in mano a Dan Friedkin, la Roma ha raggiunto traguardi molto importanti. Alla guida di un allenatore blasonato come José Mourinho, il club è riuscito a vincere la prima edizione della Conference League, riportando un trofeo europeo in Italia dopo tanto tempo.

Con un mercato importante e con l’acquisto definitivo del magnate americano, la piazza comincia a crederci e a sognare sempre più importanti traguardi. Intanto Friedkin si è già messo all’opera per poter creare un nuovo stadio. Il progetto è stato presentato e sarà solo il primo passo verso un nuovo restyling della società romanista.

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione