La Red Bull ‘retrocede’ Gasly in Toro Rosso. Al suo posto arriva Albon

In casa Red Bull è di nuovo aria di 2016. Con una decisione che ha del clamoroso, viste anche le dichiarazioni abbastanza concilianti dell’ultimo periodo, il team anglo-austriaco ha deciso di dare il benservito a Pierre Gasly, rispedendolo in Toro Rosso; già a partire dal Gran Premio del Belgio di Spa-Francorchamps, alla ripresa del campionato, al fianco di Max Verstappen ci sarà l’anglo-thailandese Alexander Albon.

A partire da Spa-Francorchamps, Alexander Albon prenderà il posto di Pierre Gasly in Red Bull. Il francese, invece, tornerà in Toro Rosso (foto da: twitter.com)

Per Helmut Marko e compagnia cantante, dunque, il tempo di Gasly in Red Bull è scaduto. Complici dei risultati molto al di sotto delle aspettative, dopo un 2018 positivo con la Toro Rosso, il 23enne di Rouen dovrà tornare a Faenza, ripercorrendo in pratica quanto capitò a Daniil Kvyat, suo prossimo compagno di box al volante della STR14, proprio nel 2016. All’epoca, dopo un 2015 nel quale era riuscito a fare più punti di Daniel Ricciardo (95 a 92) ed un avvio di 2016 tribolato ma condito da un podio in Cina, venne spedito senza complimenti in Toro Rosso, per fare spazio all’astro nascente Max Verstappen, che riuscì a vincere a Barcellona, nella gara di debutto in Red Bull.

Tornando a Gasly, l’adattamento alla monoposto di Milton Keynes, e in generale il paragone con un compagno di box tremendo come Verstappen, è stato davvero complicatissimo. In 12 gare il francese non è mai salito sul podio, arrivando soltanto due volte in top-5 (4° a Silverstone e 5° a Monaco), fallendo due volte la zona punti (11° a Melbourne e 14° a Hockenheim (classificato nonostante il ritiro al penultimo giro)), con un ritiro a Baku. Le cose non sono andate meglio in qualifica, con un 4° in Germania come personal best e un umiliante 1-11 nel confronto con l’olandese. Non parliamo della classifica generale, con Verstappen 3° a 181 punti (-7 da Valtteri Bottas) e Gasly 6° a 63 (solo +5 su Carlos Sainz).

Per quel che riguarda invece Alexander Albon, al suo debutto nel Mondiale di Formula 1, nelle 12 gare finora disputate ha portato a casa 16 punti, che gli valgono al momento il 15.esimo posto in classifica. Nello specifico, il miglior risultato è arrivato nel caos di Hockenheim (6°), seguito da un 8° posto (Monaco), un 9° (Sakhir) e due 10° (Shanghai e Budapest). Al sabato, il miglior risultato del pilota 23enne è la 9° posizione in griglia di Silverstone, seguita dalla 10° di Monaco.

Di seguito, il comunicato stampa della Red Bull: “Alexander Albon viene promosso nel team per far coppia con Max Verstappen, mentre Pierre tornerà in Toro Rosso. La Red Bull è nella posizione unica di avere sotto contratto quattro piloti di Formula 1 molto talentuosi, che possono essere ruotati tra i due team. La Red Bull utilizzerà le prossime nove gare per valutare le prestazioni di Alex, al fine di prendere una decisione ragionata su chi guiderà al fianco di Max nel 2020. Tutti nel Team non vedono l’ora di accogliere Alex, supportandolo durante la prossima fase della sua carriera in Formula 1“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo