Juventus-Torino 1-1, voti e pagelle: Ronaldo spezza l’impresa, sempre solidi Izzo e N’Koulou, male Pjanic

Mancava poco alla grande impresa del Torino nel derby della Mole contro i cugini bianconeri della Juventus, ma quel “poco”, di nome Cristiano Ronaldo, come sempre non ha lasciato scampo.

Alla fine termina 1-1 l’atteso derby all’Allianz Stadium che, per più di un’ora aveva lanciato il Torino verso l’incredibile sogno Champions League prima di essere riportato a terra dal solito fenomeno portoghese.

I granata sono stati abili ad approfittare di uno svarione di un affannato e distratto Pjanic che, dopo un quarto d’ora, controllando male e difendendo peggio, ha mandato in porta Lukic, impeccabile nel sfruttare l’errore.

Da qui in avanti il Torino ha dato il via alla sua gara tipica di contenimento e ripartenza, senza riuscire, però, a rendersi quasi mai davvero pericoloso o vicino al raddoppio che avrebbe congelato la gara e così, contro una grande squadra, dura a morire, come la Juventus, lo smacco è costantemente dietro l’angolo.

E quest’anno, chi davvero non ci sta a perdere è Cristiano Ronaldo che, dopo aver incitato e caricato i suoi, per lo più spenti e distratti, lungo l’arco di tutto il match, ha svettato più in alto di tutti per raggiungere il pari che ha spezzato il sogno granata.

Adesso il Torino, ancora legittimamente portato a credere nella conquista dell’Europa, dovrà attendere gli sviluppi della gare di questa giornata prima di lanciarsi a capofitto nel finale di stagione dove, a questo punto, non avrà nulla da perdere.

VOTI

MIGLIORI

Ronaldo 7: l’ultimo a mollare, l’unico a segnare, il fenomeno portoghese timbra anche nel ritorno del Derby della Mole, dopo aver deciso l’andata, ed evita una brutta sconfitta ai suoi al termine di una gara generalmente opaca e a fari spenti nella quale la vera luce è stata sempre e solo lui.

Lukic 7: approfitta del pasticcio di Pjanic e lo fa con freddezza e risolutezza realizzando un bellissimo gol che apre le porte del sogno Champions League. Nel resto della gara annulla costantemente il bosniaco ed è sempre tra i primi a provare a rendere pericolose le sfuriate in ripartenza dei suoi.

Izzo e N’Koulou 7: prestazione degna della stagione, fin qui, di entrambi, con gare di livello assoluto, personalità e qualità. I due sono insuperabili in area, tanto sulle palle aree quanto a terra con chiusure sempre precise e, spesso, addirittura propositive.

Spinazzola 6,5: un po’ inceppato in avvio di gara, nella ripresa il terzino bianconero ara la fascia con continuità e qualità creando costantemente apprensione negli avversari ma fallendo spesso nel momento decisivo con cross il più delle volte imprecisi fino a quello che Ronaldo trasforma in gol e regala il pari.

Belotti 6,5: gara da capitano per il “Gallo” che si sacrifica, combatte, recupera e scatta incessantemente per tutti i 90 minuti peccando, però, di precisione e qualità nelle sporadiche occasioni chiamato a concludere verso la porta avversaria. 

PEGGIORI

Bernardeschi e Cancelo 5,5: poca intraprendenza, poca verve offensiva, entrambi appaiono sulla gambe fin dai primi minuti e le loro giocate si rivelano, una dopo l’altra, errate ed inconcludenti. 

De Silvestri e Bremer 5: il primo nella ripresa non ci capisce più nulla e vede costantemente e ripetutamente il suo diretto rivale Spinazzola sfondare sulla sua fascia di competenza in totale balia dell’avversario. L’altro, praticamente all’esordio, gioca una gara di discreta personalità ma basta un errore a rovinare tutto e a Ronaldo, davvero, non va concesso nulla.

Cuadrado 5: fisicamente ancora lontano dai tempi migliori, il colombiano gioca con sufficienza e, a tratti, quasi disinteresse finendo per sbagliare tanto sia in fase offensiva che in fase difensiva per una prestazione globale davvero da dimenticare.

Pjanic 4,5: inspiegabile l’errore che regala il vantaggio granata e nel resto della gara non fa nulla per rimediare, un po’ perché annullato da Lukic e un po’ perché davvero spento e svogliato in una serata nera.