Juventus-Lazio 2-1 d.t.s: Risultato e Video Gol Coppa Italia 20 Maggio 2015

matriIl video con i gol e gli highlights di Juventus-Lazio: Matri regala la ‘Decima’ ai bianconeri

E’ l’uomo che non ti aspetti a decidere un’equilibrata e lottata finale di Coppa Italia tra Juventus e Lazio. Alessandro Matri, arrivato in punta di piedi nell’ultimo mese di gennaio, spezza l’equilibrio determinato dai gol di Radu e Chiellini nel primo tempo supplementare e regala la decima Coppa alla Vecchia Signora, ora a caccia del Triplete con l’attesissima finale di Champions League del 6 giugno.

La sintesi di Juventus-Lazio

4′ MINUTO, LAZIO SUBITO IN VANTAGGIO: calcio di punizione dalla destra battuto a perfezione da Cataldi, avvitamento eccezionale di Radu che salta alle spalle di Pirlo e batte Storari, il quale può solo toccare il pallone prima di vederlo entrare in porta.

RISPOSTA IMMEDIATA DELLA JUVE CON L’ALTRO CAPITANO, GIORGIO CHIELLINI: anche in questo caso tutto nasce da un calcio di punizione da posizione arretrata, Pirlo pesca sul secondo palo Evra, sponda del francese per il difensore azzurro che in acrobazia realizza lo splendido gol dell’1-1.

Al 25′ Juventus che prova a prendere più campo, dopo l’inizio molto aggressivo dei biancocelesti: Evra riesce ad arrivare al cross teso per la testa di Llorente, bravo ad anticipare Radu ma non altrettanto a centrare lo specchio della porta.

Ripartenza fulminante di Felipe Anderson due minuti più tardi, con la sfera che finisce poi sui piedi di Cataldi il quale prova a piazzare con il destro sul palo lungo, anche se lo fa troppo debolmente per impensierire Storari.

Al 32′ stop di petto sbagliato da Pogba al limite della propria area di rigore, ne approfitta Parolo che calcia di prima intenzione non trovando il palo alla destra di Storari davvero per poco.

Al 56′ è Pogba a farsi vedere in uno dei suoi rari spunti della sua partita: Lichtsteiner va via bene sulla fascia destra, mette un al centro il pallone proprio per il gigante transalpino che sovrasta Basta dopo un terzo tempo cestistico ma manda alto sopra la traversa.

Risposta Lazio ancora affidata a Parolo, sempre spina nel fianco con le sue pericolose conclusioni dalla distanza. Nella circostanza però la mira del centrocampista non è delle migliori e l’azione sfuma.

Le squadre si appiattiscono complice anche la stanchezza prima di riaccendersi nel finale dei novanta minuti regolamentari: all’84’ grande chance sprecata da Djordjevic, entrato al posto di Klose, che a tu per tu con Storari non riesce a dar forza al suo sinistro permettendo l’uscita bassa dell’estremo difensore bianconero.

Dall’altra parte numero di Pereyra che rifila un tunnel a Mauricio prima di servire in mezzo Vidal, in colpevole ritardo nella chiusura sul secondo palo.

TEMPI SUPPLEMENTARI:

E’ necessario dunque l’extra-time per provare a decretare la squadra vincitrice di questa Coppa Italia.

AL 94′ INCREDIBILE DOPPIO PALO COLPITO DA DJORDJEVIC: l’ex attaccante del Nantes raccoglie palla nella trequarti avversaria, lascia partire un mancino forte e preciso sul primo palo ma i due legni in rapida successione lasciano strozzato in gola l’urlo del gol a tutto il pubblico di fede laziale.

DAL POSSIBILE VANTAGGIO CAPITOLINO SI PASSA INVECE AL 2-1 PER LA JUVE: Matri raccoglie una palla rimasta pericolosamente all’interno dell’area laziale e la piazza con l’interno sul primo palo. Berisha è tutto tranne che impeccabile e ha molto da farsi perdonare nella circostanza.

Al 109′ incredibile sgroppata di Tevez sulla sinistra, Apache che viene successivamente fermato dall’intervento falloso di un avversario molto vicino all’area avversaria. Sul susseguente calcio di punizione da posizione defilata, Pirlo impegna Berisha con una traiettoria tagliata, il portiere respinge con i pugni.

Il tabellino di Juventus-Lazio

JUVENTUS (3-5-2): Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Vidal, Evra; Tevez, Llorente. All. Allegri. In panchina.: Buffon, Moedim, Rubinho, De Ceglie, Marrone, Ogbonna, Asamoah, Sturaro, Padoin, Pepe, Coman, Matri, Pereyra.

LAZIO (3-4-3): Berisha; De Vrij, Gentiletti, Radu; Basta, Parolo, Cataldi, Lulic; Candreva, Klose, Felipe Anderson. All. Pioli. In panchina.: Marchetti, Strakosha, Braafheid, Ciani, Mauricio, Cavanda, Novaretti, Ledesma, Onazi, Mauri, Keita, Djordjevic.

MARCATORI: 4′ Radu (L), 11′ Chiellini (J), 97′ Matri (J)

Dario Camerota