Juventus-Frosinone 3-0, vittoria sul velluto con Dybala-Ronaldo implacabili

Una vittoria maturata sin dai primi minuti, con un lampo di classe di Dybala che ha messo la sfida nettamente in discesa.
Cristiano Ronaldo esulta dopo la terza marcatura al Frosinone.
Fonte: Twitter Juventus FC

La Juventus ha dato dimostrazione di forza, ha esploso i muscoli, desiderosa di farsi trovare pronta per Madrid. La Champions è l’obiettivo numero uno dei bianconeri, quello che è sempre in cima ai desideri della società.

Ma 180 minuti in una stagione sono veramente pochi. Quindi non bisogna giungere a quell’evento impreparati, con una scarsa condizione fisica.

La dimostrazione della maggiore preparazione si è vista stasera. Innanzitutto la squadra non ha preso reti al passivo, come le era capitato ultimamente. Un secondo clean sheet consecutivo, dopo la bella ed identica vittoria ottenuta sul campo del Sassuolo.

Il motivo è presto detto, a difendere la retroguardia c’erano i due pilastri, o meglio i professori della marcatura come sono stati definiti da Mourinho. Bonucci e Chiellini hanno serrato le saracinesce, oltre ad aver guidato i compagni nelle situazioni più difficili. Così Emre Can è stato provvidenziale in un tentativo di Ciano, così come Szczesny su un’altra occasione dello stesso attaccante frusinate.

Poi lentamente la squadra ospite si è spenta, incapace di aggredire come ha fatto nei primi minuti di gara. Un 3-5-2 solido, con molta esperienza e forza fisica in mezzo al campo, con il tentativo di tenere testa alla migliore qualità tecnica dei bianconeri. Chibsah e Viviani uniscono forza e contrasti nei tackle,  mentre Cassata è il più tecnico dei tre, oltre ad avere una maggiore giovinezza e freschezza dalla sua parte. 

Il tecnico Baroni l’ha preparata con cura questa sfida, attento a chiudere gli spazi e con ripartenze veloci. Nella prima parte di gara è riuscito a sorprendere la difesa torinese, creandole qualche grattacapo, subito risolto dai senatori.

Il colpo di classe di Dybala è una delle note positive di questa serata, oltre che essere di buon auspicio per la partita di mercoledì a Madrid. La tecnica degli interpreti ha avuto la meglio sull’impostazione fisica costruita dai laziali, con un lento sgretolarsi delle ultime resistenze dei ciociari.

Piano piano la Juventus è riuscita ad incanalare la partita verso il predominio nel palleggio, nelle giocate di classe o nei colpi dei singoli. Si è rispecchiata la differenza di valori in campo. In un 4-3-3, dove Dybala ha avuto piena libertà d’azione, ma soprattutto è stato decisivo quando ha iniziato a giocare tra le linee avversarie. Lì si sono viste le sue migliori qualità di estro e fantasia, di calciatore abile a trovare la soluzione giusta nel minimo spazio che gli viene concesso.

Ora testa a Madrid, perché molto dipenderà da quanto riusciranno ad indirizzare la partita dalla loro parte, da quella della qualità, delle giocate. Senza cadere nei tranelli dei falli, di un gioco spigoloso e al limite del regolamento, in cui gli spagnoli eccellono.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega