Inter-Napoli 3-2, post-partita Spalletti: “Non me ne frega niente del risultato. Mi è piaciuto l’atteggiamento nella ripresa”

Arriva la prima sconfitta per il Napoli di Luciano Spalletti. L’Inter vince 3-2 contro i partenopei che hanno riaperto la partita solamente a pochi minuti dalla fine. L’abbondante recupero illude gli azzurri che vanno vicini al pari ma una super parata di Handanovic mantiene la vittoria per i nerazzurri. Le parole di Spalletti al termine della partita.

Prima o poi doveva accadere. La prima sconfitta stagione per il Napoli è arrivata in un campo non facile come quello di San Siro. Contro i campioni d’Italia dell’Inter,, gli azzurri sono andati in vantaggio grazie alla rete di Zielinski. La gioia dura poco perché, poi, a fare la partita, è solo l’Inter che trova due reti con Calhanoglu e Perisic che mette un’ipoteca sulla vittoria

Nella ripresa il Napoli ci prova timidamente ed è Mertens, dalla panchina, che la riapre con un super gol. Durante gli otto minuti di recupero, gli azzurri sciupano il pareggio con Mario Rui con una parata di Handanovic. Il numero 1 nerazzurro neutralizza l’offensiva e fa guadagnare i tre punti alla sua squadra. Luciano Spalletti non può definirsi totalmente soddisfatto della prestazione dei suoi uomini.

Per il mister azzurro, il primo tempo è stato decisamente sottotono, nonostante la rete di vantaggio. Ha mostrato tanta qualità ma poca concretezza davanti alla porta. Nel secondo tempo la squadra ha tenuto testa e ci ha creduto ma quando ormai era troppo tardi. Un atteggiamento sbarazzino, come l’ha definito Spalletti, che però non ha portato a tantissime occasioni.

Di fronte c’era una squadra di grande qualità, come l’Inter, che lasciava davvero pochissimi spazi. A Spalletti è piaciuto molto la partita di Lozano così come anche Elmas che è entrato nella ripresa. Non può che non essere soddisfatto di Mertens che ha accorciato le distanza con un eurogol fantastico. Proprio il belga ha trascinato la squadra a lottare fino all’ultimo, un vero leader.

Risultato giusto? Non me ne frega niente. Così l’allenatore si è riferito alla sconfitta del suo Napoli. Per lui conta solo il carattere della squadra che nel secondo tempo è stato decisamente migliore rispetto al tono spento dei primi quarantacinque minuti. L’Inter ha fatto correre molto i suoi avversari e questo ha portato anche poca lucidità nei giocatori del Napoli.

C’è preoccupazione per Osimhen. Il nigeriano è uscito infortunato e con un occhio gonfio. Bisognerà controllare le sue condizioni ma mercoledì, contro lo Spartak, potrebbe non esserci. Di scudetto, Spalletti non ne ha mai voluto parlare. Il Napoli è lì sopra ma a pari punti con Milan ed Inter, tre delle sette sorelle di cui il mister ha sempre parlato. Bisognerà, però, guardare le partite giorno per giorno, è inutile fare pronostici, ha concluso.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione