Inter-Genoa 1-0, voti e pagelle: grande esordio di Karamoh, ancora male Dalbert

L’Inter batte il Genoa 1-0 e vince la quinta partita su sei. A decidere il match del Meazza ci ha pensato questa volta Danilo D’Ambrosio.

Neroazzurri ancora poco brillanti sul piano del gioco ma estremamente concreti: i 16 punti in 6 gare certificano un’Inter poco divertente ma estremamente solida in difesa (appena 2 gol subiti). Merito dell’affiatamento della nuova coppia Miranda-Skriniar, ma ovviamente anche di Handanovic, sempre decisivo quando chiamato in causa. Non mancano le note dolenti: pessima partita di Dalbert, Candreva e Borja Valero e ancora una volta a secco l’attacco, dove Icardi, dopo un’ottimo avvio di campionato, sembra abbastanza fuori dal gioco.

Buona partita del Genoa, squadra ben organizzata da Juric, che probabilmente avrebbe meritato di uscire dal Meazza con un punto: ottima prova di Rosi e Omeonga, continua a sorprendere il giovanissimo Pellegri.

Inter-Genoa 1-0 

Marcatori: D’Ambrosio al 42’ s.t. 

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 7, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, Dalbert 4; Vecino 5,5, Borja Valero 5 (dal 27’ s.t. Karamoh 7); Candreva 4,5 (dal 25’ s.t. Eder 6,5), Brozovic 6 (dal 36’ s.t. Joao Mario s.v.), Perisic 6; Icardi  5 (Padelli, Berni, Nagatomo, Ranocchia, Vanheusden, Santon, Gagliardini, Pinamonti). Allenatore: Spalletti 6. 

Genoa
 (3-4-2-1): Perin 6,5 ; Biraschi 6,5, Rossettini 6, Zukanovic 6; Rosi 6,5, Cofie 6, Veloso 6 (dal 34’ s.t. Rigoni s.v.), Laxalt 6 (dall’8’ s.t. Migliore 5); Omeonga 6,5, Taarabt 6; Pellegri 6,5 (dal 29’ s.t. Pandev 6) (Lamanna, Gentiletti, Centurion, Galabinov, Palladino, Brlek, Lazovic, Ricci, Salcedo). Allenatore: Juric 6,5. 

Arbitro
: Guida (Torre Annunziata). 

Note
: spettatori 50.037. Espulsi: Omeonga e Taarabt. Ammoniti: Zukanovic e Migliore.
 
I migliori:
 
Karamoh 7: troppo presto per entusiasmarsi, ma questo ragazzo arrivato un po’ in sordina dal Caen ha subito dimostrato di avere qualità. Il suo ingresso è decisivo per dare all’Inter quella vivacità che era mancata in tutto il primo tempo.
 
D’Ambrosio 7: buona prestazione in difesa, ma soprattutto il gol che vale 3 preziosissimi punti. Non sarà il miglior terzino destro al mondo, ma sta dimostrando di meritare un posto in questa Inter.
 
Handanovic 6,5: una sola parata importante, quella su Omeonga, ma decisiva ai fini del risultato. Handanovic ha subito appena 2 gol in 6 partite, sarebbe il caso di cominciare a considerare anche lui tra i top player dell’Inter, al pari dei più celebrati Icardi e Perisic.
 
I peggiori:
 
Dalbert 4: semplicemente disastroso. Omeonga e Rosi imperversano su quella fascia quando e come vogliono. Il brasiliano è una delle note stonate di questo avvio di campionato.
 
Candreva 4,5: inspiegabile involuzione, un giocatore del suo livello non può permettersi di sbagliare così tanti palloni. Esce tra i fischi.
 
Icardi 5: si impegna, lotta, ma ancora una volta non riesce mai ad essere pericoloso. Aveva iniziato bene la stagione, sta mancando da qualche partita.