Inter, crisi economica Suning: cessione del club o riduzione monte ingaggi del 20%

Dopo aver messo in vendita il Jiangsu, il Gruppo Suning mette in vendita anche l’Inter. In attesa di un compratore, si pensa ad una riduzione del 20% del monte ingaggi.

Continua a respirarsi aria pesante in casa Inter. Se da un lato c’è una squadra che grazie al 3-0 sul Milan di una settimana fa ha portato a +4 il proprio vantaggio sul secondo posto in campionato, dall’altro c’è una situazione societaria che vede il Gruppo Suning, proprietario del club nerazzurro, pronto a vendere tutto visti gli enormi problemi di liquidità degli ultimi mesi.

Stando a quanto circolato in rete nelle ultime ore pare infatti che la famiglia Zhang, proprietaria del Gruppo Suning, per aggirare i suddetti problemi di liquidità, punti a cedere non solo la piattaforma di vendita al dettaglio, Suning.com, ma anche i due club calcistici di sua proprietà, quali lo Jiangsu e l’Inter appunto. Zhang Jindong, proprietario della nota holding, considera infatti il calcio “un’attività non strategica”.

Inter: Suning mette in vendita il club. In alternativa si pensa alla riduzione del monte ingaggi.

Difronte a tali scenari, nasce quindi l’ovvia necessità, almeno per quanto riguarda l’Inter, di trovare acquirenti o quantomeno nuovi sponsor pronti a versare soldi freschi che risollevino un po’ gli umori. La squadra sta attraversando un ottimo momento di forma in campionato, ma ai giocatori non sono ancora stati accreditati gli stipendi di novembre e dicembre.

Una situazione difficile che tuttavia, almeno per il momento, non spaventa la società milanese visto che anche l’UEFA, data la pandemia, è venuta incontro ai club consentendo agli stessi il pagamento degli stipendi dell’anno precedente entro il 31 dicembre 2021 e non più entro il 31 marzo, data in cui scade il termine per le licenze UEFA.

Pertanto, se ampliassimo il nostro sguardo, potremmo in conclusione dire che se lo Jiangsu è in vendita al prezzo simbolico di un penny, ma con 67 milioni di euro di debiti alle spalle, l’Inter, almeno per ora, non rischia di essere lasciato a piedi. Il Gruppo Suning aspetta e chiaramente spera di trovare il prima possibile investitori pronti ad acquistare o a sostenere il club con denaro fresco, ma più il tempo passa, più aumentano le possibilità che la rosa venga smantellata (si parla di una riduzione sugli stipendi di almeno il 20%) per far fronte ad un monte ingaggi piuttosto oneroso.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi