Inter: cosa cambia con Vecino?

 L’Inter ha chiuso la trattativa per Vecino della Fiorentina per 24 milioni di euro e la domanda non può che essere quella: come giocherà la nuova Inter di Spalletti? Che fine faranno i vari Kondogbia, Medel e Brozovic? Vecino arriva per fare il titolare e ritrova il suo vecchio compagno Borja Valero, anche lui fresco di passaggio all’Inter. 

Vediamo quali sono le alternative a centrocampo. La prima opzione è quella di una mediana a 5 con Borja Valero e Gagliardini davanti alla difesa, Candreva e Perisic ai lati e Vecino ad agire come trequartista. In alternativa, Vecino e Borja possono anche giocare la difesa in un centrocampo a 4 composto anche Brozovic e Kondogbia con Candreva e Perisic a supporto di Icardi.

Insomma, le soluzioni a centrocampo non mancano e l’arrivo di Vecino chiude definitivamente le porte all’arrivo di Arturo Vidal. Il centrocampista del Bayern Monaco infatti si può considerare un doppione di Vecino e se proprio l’Inter deve spendere 50 milioni, è meglio che li spenda nel reparto offensivo. 

Fonte immagine: Labaroviola.com

Icardi, Eder, Jovetic e Pinamonti non possono bastare per competere con le altre big e serve un attaccante dal gol facile. Un Keita insomma, uno di cui ci si possa fidare e che segni quando Icardi non riesce a timbrare il cartellino. In attacco, la complementarietà è fondamentale e se non ci sono alternative, si rischia di sobbarcare Icardi di responsabilità e questo non può accadere. 

Siamo certi che Spalletti stia pressando la società per acquistare almeno un attaccante in grado di garantire una decina di gol. Sempre che non si decida di lanciare nella mischia Pinamonti, ma forse è un po’ troppo giovane…