Incidente Max Biaggi: il primo bollettino medico fa tirare un parziale sospiro di sollievo

E’ arrivato in serata l’atteso primo bollettino medico emesso dall’Ospedale San Camillo di Roma sulle condizioni di salute di Max Biaggi. Il 45enne pilota romano è rimasto coinvolto in una brutta caduta al circuito Sagittario di Latina, in occasione delle prove degli internazionali di SuperMoto.

Max Biaggi, protagonista di una brutta caduta oggi pomeriggio a Latina (foto da: radionorba.it)

Il pilota non ha non ha mai perso conoscenza, né dopo il trauma, né durante il trasporto in elicottero, né al pronto soccorso. Ha un forte trauma toracico, con fratture multiple costali. Resta in prognosi riservata perché è un passaggio dovuto, e poi sarà spostato in rianimazione dove resterà sotto osservazione di certo almeno per la notte perché il trauma toracico è a rischio evolutivo e va tenuto sotto controllo. La prognosi può essere di almeno 30 giorni. Il pilota è sempre stato collaborativo e di umore tutto sommato buono nonostante il dolore. Alle 19 è atteso un nuovo bollettino medico“.

Questo quindi il primo aggiornamento importante sulle condizioni di Max Biaggi, che era stato trasportato in elisoccorso al San Camillo in modo da evitare il traffico della Pontina. Il sei volte Campione del Mondo (quattro nel Motomondiale, classe 250, e 2 in SBK) è stato sottoposto a Tac generale ed è attualmente ricoverato in terapia intensiva per essere sottoposto ad osservazione clinica e monitoraggio come previsto per i traumi a dinamica maggiore.

Una risonanza magnetica colonna dorso lombare, effettuata intorno alle 17:30, aveva fortunatamente escluso lesioni midollari. Il prossimo aggiornamento sulle condizioni di Max Biaggi, nel frattempo sottoposto a terapia antidolorifica, ci sarà domani a mezzogiorno. Intanto la Gazzetta dello Sport ha diffuso le prime parole del papà di Biaggi: “Max sta bene ci ho parlato e mi ha detto ‘l’abbiamo sfangata’. Se ho avuto paura? Sono 25 anni che ho paura, sarebbe ora di smettere con le gare“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo