Gareth Southgate, ovvero il ct “povero” dell’Inghilterra

Gareth Southgate è diventato definitivamente il nuovo commissario tecnico dell’Inghilterra, con un contratto fino al 2020 che dunque gli consentirà di restare in sella per i Mondiali in Russia e per i prossimi Europei “itineranti”. Ciò che però fa discutere nelle ultime settimane sono le cifre del contratto che gli è stato offerto dalla federazione del Tre Leoni. Una volta tanto, almeno relativamente, stupiscono numeri piuttosto bassi invece che faraonici.

southgate

Southgate, infatti, sarà l’allenatore meno pagato della storia dell’Inghilterra. Prima di lui sono tantissimi gli esempi di nomi illustri e “pesanti” anche dal punto di vista del portafoglio. Con i suoi 2 milioni di euro l’anno, il 46enne tecnico di Watford si piazza in classifica dietro ai vari Fabio Capello (oltre sette milioni), Sven Goran-Eriksson (5,3), Roy Hodgson (4,1), Sam Allardyce (3,5) e Steve McClaren (2,9).

Un dettaglio, per il diretto interessato. La cui priorità assoluta è portare quanto prima la Nazionale alla prossima kermesse internazionale, per poi riscattare la delusione dell’ultimo Europeo in terra francese, dove l’eliminazione è giunta per mano della sorprendente Islanda. E poco male se il gap economico rispetto ai suoi predecessori è importante.