Finale Coupe de la Ligue, probabili formazioni PSG-Monaco: infermeria di lusso per i parigini, monegaschi invece al completo

E’ alle porte un grande appuntamento di calcio francese: Sabato 31 Marzo alle 21:05 allo stadio “Matmut Atlantique” di Bordeaux va in scena l’atto finale della Coupe de la Ligue-notoriamente la Coppa di Lega Francese- fra quelle che sono ormai da considerarsi le due regine del calcio d’Oltralpe, Paris Saint-Germain e Monaco.

Entrambe le formazioni hanno gli stimoli giusti: il PSG per portare a 5 i trionfi consecutivi in questa competizione-la vince ininterrottamente dal 2014- e ovviamente anche per confermare la sua leadership in patria-dove ‘rischia’ l’ennesimo ‘triplete nazionale’, Ligue 1, Coupe de France e appunto Coppa di Lega- oltre che per arricchire una stagione ancora una volta povera della Champions League-a dispetto dei 400 milioni di € di investimento fatti la scorsa estate, certe nazioni hanno PIL più bassi, evidentemente il calcio non è solo questione di vil danaro-oltre che la volontà del tecnico Unai Emery di chiudere come si deve quella che, ormai con estrema probabilità, sarà la sua ultima stagione sotto la Tour Eiffel-accordo già praticamente fatto con il tedesco Thomas Tuchel, attuale tecnico del Borussia Dortmund;

il Monaco Campione di Francia in carica a sua volta per dare un senso a una stagione decisamente deludente, con lo scudetto ormai da considerarsi sfumato proprio ovviamente a causa del dominio dei parigini in Ligue 1, una Champions League da incubo-usciti subito alla prima fase da ultimi in classifica con 2 soli punti nel più che abbordabile gruppo G, con Porto, Besiktas e la rivelazione Lipsia-e con l’eliminazione in Coupe de France già ai sedicesimi ad opera del Lione.

Entrambe le squadre sono approdate già direttamente dagli ottavi di finale della competizione, il PSG ha eliminato nell’ordine Strasburgo, Amiens, Rennes, tutte in trasferta, il Monaco invece ha fatto fuori Caen, Nizza e Montpellier, la prima e l’ultima in casa, la seconda in trasferta.

Sarà quindi la seconda delle 4 sfide totali in stagione fra le due formazioni, finora sempre vincente il PSG e sempre per 1-2, prima in Supercoppa di Francia, giocata a Tangeri (Marocco) Sabato 29 Luglio 2017, il 1° gol con la nuova maglia dell’ex juventino Dani Alves e poi Adrien Rabiot rimontarono il momentaneo vantaggio monegasco di Sidibe, poi in campionato, Domenica 26 Novembre 2017, 14^ giornata di Ligue 1, al “Louis II” di Montecarlo parigini vincenti 1-2, in gol Cavani, Neymar su rigore e gol della bandiera monegasca di Joao Moutinho su punizione deviata.

Le due squadre si riaffronteranno per l’ultima volta in stagione 15 giorni dopo questa finale, nel 33° turno di campionato al “Parco dei principi”.

Le ultime di formazione.

Qui PSG: qualche gatta da pelare per Emery, ormai certo delle assenze del lungodegente Neymar e dello squalificato Thiago Motta, assenze già pesanti così che potrebbero ulteriormente aggravarsi  con i possibili forfait dell’ultim’ora di Angel Di Maria- non al meglio dopo l’infortunio patito nell’amichevole internazionale vinta con la sua Argentina contro l’Italia- e addirittura di uno degli esterni offensivi Kylian Mbappé-se starà fuori anche lui oltre a Neymar, sarà in pratica l’infermeria forse più ricca della storia del calcio, 400 milioni…-. Nel classico 4-3-3 ovviamente sempre Edinson Cavani al centro dell’attacco, potremmo dire ‘vero nueve’.

Qui Monaco: situazione diametralmente opposta invece per Leonardo Jardim, che può contare sulla rosa al completo e quindi sul suo classico 4-2-3-1 con un reparto offensivo di tutto rispetto, con il tridente offensivo di lusso, con Lemar, Lopes e quel Keita rimpianto del calcio italiano-ex Lazio- a supporto dell’unica punta, un altro che, invece, in Italia poteva arrivarci ma non è mai successo, Radamel Falcao-tanto voluto in passato da diversi club nostrani, Juventus in primis.

PSG (4-3-3): Trapp; Dani Alves, Marquinhos, Thiago Silva, Yuri; Verratti, Diarra, Rabiot; Mbappe, Cavani, Draxler

Monaco (4-4-2): Subasic; Raggi, Emerson, Glik, Sidibe; Moutinho, Fabinho; Lemar, Lopes, Keita; Radamel Falcao

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato