F1, Zak Brown: “La McLaren non si costruirà motori da sola”

Nel caos di quest’ennesimo difficile inizio di stagione della McLaren, nei giorni scorsi è circolata anche la voce che la scuderia di Woking potesse pensare a prodursi i motori in proprio. A smentire categoricamente questa eventualità ci ha pensato Zak Brown, direttore esecutivo della scuderia inglese.

Zak Brown, direttore esecutivo McLaren (foto da: f1fanatic.co.uk)

La McLaren Automotive è un business differente con alcuni azionisti in comune, con cui lavoriamo a stretto contatto” – ha sottolineato Brown – “I loro motori sono marchiati McLaren, ma la Formula 1 ha delle differenti priorità, anche a livello economico, quindi è un discorso che non abbiamo affrontato. Non sappiamo cosa potrà succedere tra 10 anni, ma non c’è un dialogo per il presente. Noi non siamo dei motoristi, siamo un team ed un costruttore di vetture“.

Stiamo lavorando con la Honda per capire quale sia il modo migliore per essere competitivi nel più breve tempo possibile” – continua Brown – “In ultima analisi, vogliamo arrivare alla meta finale di vincere il Mondiale insieme, quindi non c’è mai stata una rottura nel nostro rapporto. Tutte le nostre conversazioni sono state sul come uscire da questa difficile situazione“.

Su Alonso: “Credo che Fernando voglia solo essere competitivo. Se si guarda a qualsiasi campione del mondo, basta che non vinca perché non sia soddisfatto” – spiega Brown – “Ci aspettavamo che avrebbe fatto dei commenti riguardo alla nostra competitività, quindi non credo abbia detto qualcosa di troppo. E’ dura per tutti, perché veniamo intervistati spesso ed ogni tanto ci si lascia andare all’emotività, oppure qualcosa viene interpretato in maniera sbagliata. Ma il nostro rapporto è molto sano“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo