F1, Wolff: “Nico ha preso una decisione molto coraggiosa”

L’annuncio del ritiro di Nico Rosberg è stato il tipico fulmine a ciel sereno, che ha scosso pesantemente il Circus della Formula 1. Stesso la Mercedes, benchè avvisata già da qualche giorno, è rimasta colta di sorpresa dalla decisione del Campione del Mondo 2016.

Toto Wolff e Nico Rosberg, subito dopo l'annuncio del ritiro del tedesco (foto da: lance.com.br / AFP PHOTO / JOE KLAMAR)
Toto Wolff e Nico Rosberg, subito dopo l’annuncio del ritiro del tedesco (foto da: lance.com.br / AFP PHOTO / JOE KLAMAR)

E’ Toto Wolff ad esprimere per primo il suo parere sulla scelta del suo ormai ex pilota: “E’ una decisione, quella di Nico, coraggiosa e che denota la sua forza d’animo. Ha scelto di lasciare la Formula 1 all’apice, da Campione del mondo, dopo aver realizzato il suo sogno. E’ stato così chiaro nell’espormi le motivazioni che ho subito accettato. Durante la sua carriera, la gente ha spesso pensato che Nico avesse avuto il cammino facilitato dal fatto di aver avuto un papà Campione del Mondo; ma questo, in realtà, gli ha reso le cose ancora più difficili, costringendolo a lottare contro una grande pressione“.

Con Mercedes, Nico è stato un pilota implacabile, guadagnandosi il rispetto di tutti con la sua tenacia, la sua combattività e la sua grazia sotto pressione” – prosegue Wolff – “Dal 2010 ha dato tutto se stesso per il team, e siamo diventati più grandi anche grazie a lui. Dobbiamo solo ringraziarlo per il suo contributo, decisivo per il nostro successo, insieme a due piloti formidabili come Michael e Lewis“.

La sua decisione mi ha colto di sorpresa” – sottolinea l’austriaco – “Ma ho subito incontrato gli altri membri del board, compreso Niki. Tutti erano sorpresi. Una volta preso atto della sua decisione, come Mercedes abbiamo pensato a come dargli la chance di dire a tutti la sua intenzione di ritirarsi. Non volevamo che questa notizia fuoriuscisse, per cui l’abbiamo tenuta per noi. Ora considereremo tutte le opzioni, e inizieremo a pensarci da lunedì“.

Sul successore di Rosberg, Wolff ammette che le discussioni sono iniziate già da qualche giorno: “Sarà tutto molto razionale e strutturale. Metteremo insieme le nostre idee e io e Niki ne abbiamo già parlato. Torneremo a Brackley e ci siederemo ad un tavolo con gli ingegneri, sperando di poter trovare qualcuno che possa saltar dentro a queste grandi scarpe“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo