F1, virata in senso social: i team potranno girare brevi video da diffondere sul web

Liberty Media, in occasione dell’ufficialità dell’acquisizione della Formula 1 da Bernie Ecclestone, aveva annunciato un nuovo corso soprattutto negli ambiti dove il Circus era più carente, ovvero l’ambito multimediale (collegato soprattutto con i social network) e il rapporto con i tifosi. E i primi effetti cominciano a vedersi.

Carlos Sainz, sulla Toro Rosso STR12, durante il filming day di Misano (foto da: sportku.com)

Lunedì scorso, infatti, i team hanno ricevuto l’autorizzazione a filmare brevi video, della durata massima di 10 secondi, da girare esclusivamente tra pit-lane, box e paddock. Tali filmati potranno essere condivisi sui profili social sia delle scuderie che dei piloti.

Un’apertura molto apprezzata, ad esempio dal team principal Red Bull, Chris Horner: “Questa decisione è molto interessante ed è un primo passo per rendere la Formula 1 più accessibile“. Ricordiamo l’avversione di Bernie Ecclestone per tutto ciò che riguardava internet e i social, basata sull’assunto secondo il quale chi non paga i diritti, non può utilizzare alcun tipo di immagine realizzata nell’area del circuito dove si svolgono prove o gare di Formula 1. Vedremo in che modo LM intenderà dar seguito a questa prima iniziativa.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo