F1 Vettel: “Non è facile gestire un team come la Ferrari”

Com’è normale quando ti chiami Ferrari e non vinci da più di un anno, andando indietro piuttosto che avanti in termini di competitività, le critiche piovono a tappeto sulla scuderia. Che tu sia un pilota, un ingegnere oppure il team principal del team. 

Sebastian Vettel ha avuto un rendimento altalenante in questo 2016, e in quest’ultimo periodo, soprattutto, non sta vivendo una situazione facile. Ma il tedesco ha risposto così alle domande dei giornalisti, in quel di Città del Messico: “Quando andai alla Red Bull avevo circa 20-21 anni e penso di aver acquisito un po’ di esperienza da allora. Così come da quando sono passato in Ferrari. Quando maturi, sei capace di vedere le cose in un angolo di visuale maggiore. Io è vero che sono in Ferrari per guidare, ma se posso dare una mano anche in altri ambiti, lo faccio tranquillamente“. 

(foto da: focus.de/Getty Images)
(foto da: focus.de/Getty Images)

Quello di cui abbiamo bisogno, è esattamente quello che stiamo facendo adesso” – prosegue Seb – “Sono convinto che non ci manchi nulla. Ad Austin non eravamo sufficientemente competitivi, ma a Suzuka si e se fossimo riusciti a partire nelle nostre posizioni “reali”, le cose sarebbero andate diversamente. Al momento abbiamo la macchina che abbiamo, è vero; ma siamo qui per lottare e credo ci sia sempre la chance di vincere o di andare a podio“. 

Per il tedesco, impegno e determinazione sono due fattori che a Maranello non mancano affatto: “Non abbiamo avuto i risultati sperati, e non spetta a me spiegarne il perché. Ma, da quando sono arrivato a Maranello, ho visto tanto lavoro in fabbrica e cambiamenti positivi. Purtroppo, nell’attuale Formula 1, è difficile mettere tutti gli elementi insieme e arrivare subito ai risultati voluti. Ma sono fiducioso che con la vettura 2017 miglioreremo“. 

Infine, Vettel difende Arrivabene, anche dopo le parole di Ecclestone, che consigliava alla Scuderia di affiancargli qualcuno nel suo lavoro: “Non è affatto facile gestire un team di 300 persone. Ma Maurizio non è solo, potendo contare su altri uomini capaci, che lo affiancano“.  

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo