F1 Ordine d’Arrivo Gran Premio di Russia 2019: Ferrari disastrosa, Mercedes ringrazia e fa doppietta. Vince Hamilton

A sorpresa, è Lewis Hamilton ad aggiudicarsi il Gran Premio di Russia 2019, ritrovando un successo che mancava dal Gran Premio d’Ungheria. Il pilota inglese trova la vittoria #82 in carriera (9° stagionale), precedendo l’altra W10 di Valtteri Bottas, per una doppietta Mercedes difficilmente pronosticabile prima del via, che conferma il dominio del team anglo-tedesco sul circuito di Sochi.

Lewis Hamilton taglia vittorioso il traguardo di Sochi, seguito da Valtteri Bottas e da Charles Leclerc (foto da: youtube.com)

Hamilton&co raccolgono a piene mani il regalo di una Ferrari che, se era stata praticamente perfetta, anche e soprattutto strategicamente, nelle ultime settimane, quest’oggi ha pasticciato malamente, gettando al vento quantomeno una vittoria che era assolutamente alla portata. Al via, con mescola soft, Vettel svernicia subito Hamilton e, approcciando in curva 2, infila con la scia anche Leclerc, che non si oppone.

Sin da subito, Charles chiede al box di far fermare Sebastian e lasciarlo passare, evidentemente da accordi pre gara, impostati però sulle risultanze delle prove libere; il problema è che il tedesco, nel primo stint, vola letteralmente via, portando il gap sul compagno di box fin quasi ai 5″. Con le Mercedes che faticano a farsi sotto, nonostante una mescola sulla carta migliore sulla distanza (la ‘gialla’), in Ferrari decidono di ‘deciderla’ al box, facendola oggettivamente sporca nei confronti di Sebastian.

Sebastian Vettel salta giù dalla sua Ferrari, ammutolitasi nel corso del 27° giro, dopo una prima parte di gara al comando (foto da: twitter.com/F1)

Charles viene fatto fermare al giro 23, passando alle ‘gialle’; Vettel, nonostante le ripetute richieste di fermarsi, ottiene l’ok solo quattro tornate più tardi (con un pit tra l’altro più lento (3.0″ contro 2.5″), quel tanto che basta per farlo tornare dietro al compagno di squadra. Una mossa ‘stupida’, che la Ferrari paga a carissimo prezzo a stretto giro di posta: nell’outlap, il propulsore di Vettel finisce ko, provocando la Virtual Safety Car; ciò consente a Hamilton di pittare con ampio margine, montare le soft e tornare in pista al comando.

Leclerc si ritrova a sandwich tra le due Mercedes, e il disastro si completa poco dopo: a causa di un’uscita di pista di Russell (giro 29), entra in pista la Safety Car; Leclerc chiede ai box di tornare sulle ‘rosse’, convinto probabilmente di fare un sol boccone di Bottas, fin lì assolutamente anonimo, per poi andare all’assalto della prima posizione di Hamilton. E invece le cose non vanno così. Charles non riesce MAI ad attaccare la Mercedes #77, rendendo l’ultima quindicina di giri una passerella inaspettata per la Mercedes.

La partenza del Gran Premio di Russia 2019. Di lì a poco, le due Ferrari s’involeranno al comando. Peccato che la gara finirà in maniera molto diversa (foto da: youtube.com)

Tornando all’ordine d’arrivo, in 4° posizione chiude Max Verstappen, partito 9°, seguito dal compagno di box Alexander Albon, autore di una bella rimonta dopo esser partito dalla corsia box. Bella gara per la McLaren, con Carlos Sainz 6° (nei primi giri era anche 3°) e Lando Norris 8°, con la Racing Point di Sergio Perez nel mezzo. Completano la zona punti Kevin Magnussen (Haas) e Nico Hulkenberg (Renault). Classificati Lance Stroll (Racing Point), Daniil Kvyat (Toro Rosso), Kimi Raikkonen (Alfa Romeo), Pierre Gasly (Toro Rosso) ed Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo). Ritirati, oltre a Vettel e Russell, anche Romain Grosjean, Daniel Ricciardo e Robert Kubica.

Ordine d’Arrivo Gran Premio di Russia:

1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 53 1:33:38.992 26
2 77 Valtteri Bottas MERCEDES 53 +3.829s 18
3 16 Charles Leclerc FERRARI 53 +5.212s 15
4 33 Max Verstappen RED BULL RACING HONDA 53 +14.210s 12
5 23 Alexander Albon RED BULL RACING HONDA 53 +38.348s 10
6 55 Carlos Sainz MCLAREN RENAULT 53 +45.889s 8
7 11 Sergio Perez RACING POINT BWT MERCEDES 53 +48.728s 6
8 4 Lando Norris MCLAREN RENAULT 53 +57.749s 4
9 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 53 +58.779s 2
10 27 Nico Hulkenberg RENAULT 53 +59.841s 1
11 18 Lance Stroll RACING POINT BWT MERCEDES 53 +60.821s 0
12 26 Daniil Kvyat SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 53 +62.496s 0
13 7 Kimi Räikkönen ALFA ROMEO RACING FERRARI 53 +68.910s 0
14 10 Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 53 +70.076s 0
15 99 Antonio Giovinazzi ALFA ROMEO RACING FERRARI 53 +73.346s 0
NC 88 Robert Kubica WILLIAMS MERCEDES 28 DNF 0
NC 63 George Russell WILLIAMS MERCEDES 27 DNF 0
NC 5 Sebastian Vettel FERRARI 26 DNF 0
NC 3 Daniel Ricciardo RENAULT 24 DNF 0
NC 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 0 DNF 0

F1 GP RUSSIA 2019, LE CLASSIFICHE:

Classifica Piloti: Hamilton allunga ancora, portandosi a +73 su Bottas (322 a 249); in 3° posizione, Leclerc (215) stacca leggermente Verstappen (212), mentre perde ovviamente contatto Vettel (194). Al 6° posto resta Gasly (69), seguito da Sainz (58) ed Albon (42). 

Classifica Costruttori: la Mercedes vola a quota 571, seguita molto da lontano da Ferrari (409) e Red Bull (311); supera quota 100 la McLaren (101), che amplia il margine sulla Renault (68). A seguire Toro Rosso (55), Racing Point (52), Alfa Romeo (35), Haas (28) e Williams (1).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo